Napoli – Barcellona, sfida ardua ma non impossibile

Mancano pochi giorni ad una delle sfide più attese di questa seconda metà di stagione, quella che vedrà fronteggiarsi il Napoli e il Barcellona al San Paolo il prossimo 25 Febbraio.
Sulla carta non c’è storia, i blaugrana sono favoriti.
Ma si sa, il calcio è imprevedibile, tutto può succedere e tutti i tifosi del Napoli sono abituati a veder giocare una squadra completamente diversa nelle grandi sfide a partita secca rispetto a quella che si guarda durante tutto il campionato.
Il Napoli targato Gennaro Gattuso sta riacquistando identità e grinta da vendere e gli ultimi risultati recenti (da dimenticare lo scivolone contro il Lecce) lo stanno dimostrando.
Gli azzurri sanno esaltarsi quando giocano contro squadre fortissime, il Liverpool prima fra tutte e non è escluso che possa succedere lo stesso contro il Barcellona che in questo periodo sta affrontando una serie di difficoltà che possono minare l’equilibrio della squadra, vedi l’infortunio di Suarez che ha drasticamente abbassato la percentuale di realizzazione sotto porta, una difesa che in Spagna è diventata solo settima a livello di qualità e il centrocampo con due nuovi arrivati giovanissimi non riesce a dare l’impronta di gioco che Xavi e Iniesta erano in grado di sostenere ogni partita. Una ghiotta occasione per il Napoli per non approfittarne. Tuttavia non bisogna sottovalutare l’avversario, qualsiasi squadra abituata sempre a vincere può sembrare debole agli occhi di tutti se va in crisi, il Napoli stesso in ripresa ne è una prova e lo stesso Gattuso non vuole abbassare la guardia: c’è Messi da tenere a bada, che nonostante le crisi personali che lo hanno colpito, dal fat-check alla discussione con il ds Abidal, resta uno dei giocatori più forti di tutti i tempi e non basterà una marcatura a uomo per fermarlo, sarà necessario l’impegno e lo sforzo di tutta la squadra. Battere il Barcellona potrebbe rappresentare l’inizio di un riscatto per il Napoli anch’esso protagonista di episodi che lo hanno screditato agli occhi dei tifosi facendone perdere la fiducia, una fiducia che si sta ricostruendo pezzo per pezzo, un passo alla volta.