PAGELLE MONDONAPOLI: Higuain il cannibale uccide il “Toro”, il ritorno di del guerriero Allan e l’importanza di Hamsik e Callejon…

REINA 5,5: Colpevole sul gol del Torino con posizione errata tra i pali facendosi beffare con il tocco maligno di Bruno Peres. Per il resto normale amministrazione ed esperienza nel momento più difficile facendo guadagnare secondi preziosi ai suoi. ACQUA AL MULINO

HYSAJ 5,5: Partita di sacrificio sul suo out per la presenza di Bruno Peres che lo costringe spesso e volentieri sulla difensiva. Sul gol subito tarda nella diagonale ed è un errore cruciale che poteva valere una stagione. OCCHI APERTI

ALBIOL 6,5: Senza badare troppo alla forma non rischia nulla e annulla l’attacco granata e in particolare Belotti. Lo spagnolo vince duelli fondamentali e nella sua faccia si legge la grinta e la voglia di chi non vuol MOLLARE MAI

KOULIABLY 6,5: Altra buona prestazione anche se nella ripresa perde qualche duello di troppo di testa col piccoletto Martinez. Kalidou continua a fornire un contributo fondamentale alla causa azzurra e speriamo di non perderlo di fronte ad offerte faraoinche perchè difensori di queste caratteristiche è difficile trovarne. PEZZO RARO

GHOULAM 6: Alterna fase offensiva e difensiva riuscendo ad essere più accorto tatticamente perchè conosce il pericolo che può arrivare dalle sue parti specie dopo lo spostamento di Bruno Peres. GUARDINGO

JORGINHO 7: Primo tempo da leader assoluto con la gestione saggia del pallone ed ottimi filtranti che innescano le punte partenopee. Buonissime le triangolazioni coi compagni di reparto riuscendo nel finale a non perdere la brocca ed essere sempre sicuro con la palla tra i piedi. CASSAFORTE

HAMSIK 7,5: Due assist che possono sembrare banali ma si aggiungo alla collezione dello slovacco per importanza vitale che hanno in n match come questo. “Marekiaro” quando è in vena riesce ad essere qule centrocampista che in pochi possono permettersi con numeri eccezionali, se poi ci aggiunge tutti questi assist beh che dire SIAMO FORTUNATI

ALLAN 7,5: E’ riuscito all’ultimo ad esprimersi come nella prima parte della stagione con inserimenti e sopratutto quella grinta che gli permettono di vincere numerosi duelli e contrasti per far raggiungere al Napoli l’obiettivo più importante. E’ TORNATO

DAVID LOPEZ S.V.

CALLEJON 7: Sigilla il match con il gol del 2-0 e poi ritorna a fare il suo sporco compito di correre come un forsennato per tutto il campo affermandosi come il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero. La sua presenza è fondamentale perlomeno quanto quella del Pipita per spirito, corsa e finalizzazione. SCACCO AL RE

INSIGNE 5,5: Continua il suo momento di appannemento specie sottoporta dove non riesce più a trovare la via della rete con continuità e gettando alle ortiche occasioni utili per non soffrire in un finale “horror” come quello di Torino. Bisogna essere cinici e decisi quando ci si gioca una stagione in una sola partita. SPETTINATO

MERTENS S.V.

HIGUAIN 7,5: Un gol per matare il Toro per dimostrare ancora una volta la sua grinta e la voglia di essere lui il trascinatore di un intero popolo. La sua partita è condita anche da un palo e da tante occasioni create quasi da solo portando a spasso tutta la difesa granata. Con questo gol di avvicina ancora di più al record che può raggiungere nell’ultimo match ma nel frattempo questo gol ha ucciso un’avversario pericoloso come il “Toro”. CANNIBALE

SARRI 7: Si è vista nella sua squadra quella voglia di giungere al traguardo “primi” tra gli uomani. Ha trasferito a tutti quell’energia riuscendo a scavare nel serbatoio di un Napoli ormai in riserva come si è visto nella ripresa. Ha tutti i meriti di una stagione straordinaria trasformando il Napoli dal giocattolo rotto lasciato da Benitez nella macchina da guerra costruita da lui. INGEGNIERE