Pareggio di certezze

Il derby del Sole disputato in un pomeriggio romano dal cielo quasi plumbeo, accompagnato da tramonto di una domenica autunnale non troppo fredda. All’Olimpico, però, il clima è stato decisamente bollente, con le due fazioni pronte a darsi battaglia dopo un periodo poco positivo per la Roma con due sconfitte consecutive (l’ultima in Conference League con un netto 6 a 1) e, al contrario, di grande forma per il Napoli, arrivato ad uno dei primissimi big match della stagione.

L’equilibrio fra le due squadre si è palesato sin da subito, consapevoli l’uno della forza dell’altro e con solo frammenti di celerità nelle azioni, proprio per non scoprirsi eccessivamente e subire le incursioni avversarie, ambedue brave a ripartire con i velocisti. Dopo una prima mezz’ora ad alto ritmo, con azioni davvero spettacolari, si è passato ad uno più blando, con molti momenti di stop per infortuni e check dell’arbitro. La tensione è rimasta alle stelle. Nessuno aveva intenzione di mollare. L’emozione, però, si è sentita molto anche fuori il rettangolo di gioco, con Spalletti e Mourinho espulsi per la troppa foga nel commentare le scelte arbitrali, non sempre onestamente perfette. Massa è da rivedere per delle omissioni anche gravi, come quella del mancato secondo giallo, dunque con conseguente espulsione, di Abraham per il gioco pericoloso alla fine del primo tempo.

L’altro spezzone di gara è stato ancora più equilibrato, in mente c’era probabilmente più l’idea di non prendere reti che segnare, infatti tolto il gol in fuorigioco di Osimhen, il Napoli non ha praticamente mai tirato né impensierito Rui Patricio. Un punto, tutto sommato, importante fuori casa in uno stadio infuocato contro una squadra forte. Si poteva osare di più? Perché no. Ma attualmente gli azzurri stanno superando oltre le più rosee aspettative, con l’ennesimo clean sheet grazie ad uno strepitoso Ospina. L’obiettivo, cioè il ritorno in Champions, è ampiamente alla portata.

Articolo precedenteDi Lorenzo: “Siamo contenti, abbiamo imposto il nostro gioco nonostante il pareggio. Vi spiego come ci siamo difesi dai loro attacchi”
Articolo successivoMoviola MN – Espulsi Spalletti e Mourinho, rischiano Osimhen e Abraham. Anguissa chiede un rigore