FIORI DI PRIMAVERA – Lorenzo Sgarbi, un talento in continua crescita

107

Da Bolzano a Napoli: un cambiamento di vita e una svolta di carriera importanti per Lorenzo Sgarbi, il gioiellino classe 2001 che è ormai al secondo anno in azzurro.

Vi abbiamo parlato di lui dopo poco il suo arrivo.
Clicca il link per aprire l’articolo: https://www.mondonapoli.it/rubriche/2017/11/23/fiori-primavera-lorenzo-sgarbi-bolzano-napoli-grande-avventura/ ed oggi possiamo fare un breve resoconto dell’avventura finora percorsa.

Uno dei migliori nell’Under 17 azzurra con 8 gol e un assist in 12 presenze, fu inevitabilmente notato da Beoni, allora tecnico del Napoli, che lo portò fra i più “grandi” conquistando 5 presenze per familiarizzare con i compagni ed anticipare i tempi di inserimento.

L’ex Südtirol sembra, oggi, essersi ambientato appieno in questa nuova realtà, adattandosi alle nuove esigenze tattiche di Baronio con il suo 4-3-1-2 posizionandolo come prima o seconda punta, di solito, vicino a Ciro Palmieri.

Il sodalizio fra i due è ottimo, compreso quello con il trequartista/fantasista Gianluca Gaetano con cui formano normalmente un ottimo trio offensivo.
Il talento del precoce Sgarbi sta pian piano uscendo fuori, sono i numeri a parlare in questa prima parte della stagione con 3 gol e 2 assist in 11 presenze fra tutte le competizioni in gioco. Giocatore alto, longilineo, ma con molta forza fisica e una tecnica fina. Bravo nel farsi trovare in tutte le zone d’attacco, non dando punti di riferimento all’avversario e non si risparmia mai per servire i compagni di reparto. Talvolta appare poco determinato sia nella pressione ai portatori di palla e non dà sempre il contributo in difesa in caso di ripartenze.

C’è ancora tanto da lavorare soprattutto nella testa, perché alcune gare sono state incomprensibilmente prese sottomano sia difensivamente ma anche sotto porta avversaria.
L’età e il talento sono dalla sua parte per crescere e convincere la società a puntare, un giorno, su di lui.