Pagelle MN: Super Lozano, ma Napoli che non convince

Il Napoli avanza ai quarti di finale di Coppa Italia battendo un Empoli mai domo e che conferma di meritarsi la prima posizione nella classifica di Serie B. Un Napoli che, come al solito, spreca troppo sotto porta e concede molto agli avversari, anche se bisogna dire che mancavano molti titolari nell’undici scelto da Gattuso. Negli azzurri spiccano Lozano e Di Lorenzo e ora attenderanno la vincente di Roma-Spezia che si giocherà martedì 19 gennaio alle ore 21:15. Queste le nostre pagelle degli azzurri:

Meret 6: Incolpevole sulle due bellissime reti di Bajrami. Per il resto della partita non si è dovuto quasi mai sporcare i guanti, perchè i tiri dell’Empoli non hanno mai inquadrato la porta.

Di Lorenzo 6.5: Come detto, uno dei migliori da parte della squadra azzurra. Si sblocca in questa stagione con un grandissimo gol di testa contro la sua ex squadra ed è una spina nel fianco continua su quella fascia in fase offensiva.

Rrahmani 5.5: Il kosovaro fa sicuramente meglio rispetto all’uscita di Udine, ma non può essere ritenuta una prestazione sufficiente la sua, che molto spesso perde le marcature degli attaccanti avversari. E’ ancora fuori forma e si vede.

Koulibaly 6: Un ritorno importante il suo, che dimostra di essere il leader difensivo che in questi ultimi tempi era mancato al Napoli. Ottime sventagliate a cambiare gioco per gli esterni d’attacco azzurri, ma si è visto che non è ancora al top della condizione.

Ghoulam 5.5: Spinge molto, ma combina poco. Suo l’angolo da cui scaturisce il 3-2 di Petagna, ma per il resto veramente poca roba. Difensivamente da rivedere, nell’uno contro uno spesso viene saltato troppo facilmente. Il Ghoulam che tutti aspettiamo ancora non si vede, anzi.

Demme 6.5: Un giocatore quasi fondamentale per questo stile di gioco e per questo modulo. Mette un grande ordine in mezzo al campo, recuperando molti palloni e smistandoli a dovere. Un altro recupero importantissimo per la squadra di Gattuso. (Dall’88 Bakayoko s.v.).

Lobotka 5.5: Lo slovacco continua a non entusiasmare. Perde una palla killer nei primi minuti di gioco e durante tutta la partita fa fatica contro il centrocampo empolese. Lento e impacciato anche quest’oggi. (Dal 70′ Ruiz 6: Colpisce un palo con un tiro a giro sfortunatissimo e fornisce una gran palla ad Insigne che a porta vuota si divora la rete).

Politano 6: Il Matteo Politano di inizio stagione non si vede da un po’ di tempo e questa sera ne è la prova. Fa meglio rispetto alle ultime uscite perchè salta spesso il diretto avversario, ma è ancora troppo inconcludente. (Dal 61′ Insigne 5.5: Si divora una rete enorme su una gran bella palla di Ruiz sparando alle stelle, ma si percepisce che con lui la musica può cambiare da un momento all’altro. E’ in un periodo di flessione, ma resta sempre il più tecnico della squadra).

Elmas 5.5: Quasi evanescente ancora una volta la sua prestazione. Una buona giocata nel primo tempo con la quale arriva al tiro e niente più. Potrebbe non essere quello il suo ruolo preferito, ma potrebbe, a questo punto, anche non essere adatto al 4-2-3-1 di Gattuso. (Dal 70′ Zielinski 6: Il polacco dà sempre quella sensazione di poter cambiare la partita quando e come vuole e anche oggi aiuta la squadra a cambiare passo).

Lozano 7: Migliore in campo, ancora una volta. E’ il più pericoloso degli azzurri, crea sempre panico alla difesa avversaria. Fornisce un super assist a Di Lorenzo per il gol dell’1-0 e realizza una gran bella rete per il 2-1. Anche nel secondo tempo corre senza fermarsi e spesso torna anche in copertura. Un giocatore completamente diverso rispetto a quello visto lo scorso anno.

Petagna 6.5: Solito grande lavoro per la squadra dell’attaccante italiano, che lotta su tutti i palloni e fornisce ottime sponde ai compagni. Riesce a trovare la sua quinta rete stagionale che porta il risultato sul 3-2 e diventa decisiva. (Dall’88’ Llorente: s.v.).

Gattuso 6: Si prende la sufficienza perchè alla fine la vittoria è arrivata, ma questo sistema di gioco va assolutamente rivisto. A centrocampo il Napoli soffre contro quasi tutti gli avversari e anche la fase difensiva preoccupa e non poco. Deve invertire la rotta.