FOCUS REPORT CALCIO – Il censimento del calcio italiano: come cambiano in 10 anni i numeri del calcio professionistico e non solo

Anche questa settimana torna l’appuntamento con la rubrica dedicata al focus sul Report Calcio 2020. Oggi la nostra analisi è dedicata ai dati raccolti tra le stagioni 2009/10 e 2018/19 che evidenziano la variazione in un decennio dei tesserati Figc, delle società e squadre professionistiche e non, degli allenatori, dei dirigenti e anche degli arbitri.

Qualche giorno fa vi avevamo parlato della crescita della Figc come immagine. Il numero totale dei tesserati è aumentato del 7%, raggiungendo quasi 1.4 milioni, dato inferiore solo alla popolazione di due città italiane (Milano e Roma). In particolare nel 2018/19 l’impatto socio-economico dei calciatori tesserati per la Figc è stato stimato in 3.1 miliardi di euro, in crescita del 3% rispetto al 2017/18. Si registra invece un decremento per quanto riguarda i numeri del calcio professionistico e dilettantistico, mentre l’attività giovanile vede un aumento dei tesserati dell’11.4%. Salgono anche i tecnici tesserati (+30.1%) e i dirigenti (+118.3%), al contrario degli arbitri (-4.6%).

Un ultimo dato interessante di questa prima analisi sul censimento del calcio italiano riguarda le partite ufficiali. Negli ultimi 10 anni ne sono state giocate 5.9 milioni, quindi in media ogni 54 secondi in Italia si è giocata una partita di calcio.