FIOR DI PRIMAVERA – Francesco Casella, il talentuoso azzurrino soprannominato “The wall”

245

Fra i diversi acquisti dell’ultima sessione di mercato c’è il giovane difensore centrale Francesco Giuseppe Casella, classe 2000, casertano di nascita.

La sua – seppur breve – carriera ha avuto modo di esplicarsi già in diversi club, partendo dalla Juve Stabia con la quale ha fatto tutta la trafila per poi approdare nel 2017 nelle giovanili del Berretta Torino, esperienza di un solo anno, però significativa, prima di ritornare nella squadra di origine ed iniziare il percorso nella primavera delle vespe.
Svincolatosi dopo la conclusione del contratto, è andato questa estate in prova a Roccaraso, località del ritiro, insieme agli azzurrini convincendo mister Baronio e, ovviamente, anche in direttore sportivo Gianluca Grava che aveva fiutato l’affare a costo zero.

Soprannominato “The wall” per le imponenti doti fisiche, è un calciatore duttile capace di giocare bene nella difesa a 3 su ambo i lati, ma anche come terzino destro (posizionato lì dopo l’entrata di Perini nel secondo tempo). Finora ha disputato 11 gare in tutte le competizioni, 7 in campionato per lo più da subentrato grazie alla vasta scelta difensiva di cui gode la rosa.
Alto, longilineo, bravo nello stacco aereo e capace di farsi valere sotto porta, difensore moderno dal passo veloce.

Ha alternato, finora, ottime prestazioni ad altre un po’ deludenti. Il Napoli crede tanto in lui, quest’anno sarà di crescita per capire se sarà in grado di diventare il perno principale del reparto arretrato. Un’ importante chance, dunque, da sfruttare al massimo.