FIORI DI “PRIMAVERA” – Esperienza e centimetri: ecco Filippo Perini, difensore centrale degli azzurrini

202

Un’estate ricca di movimenti che ha portato non solo tanti ragazzi provenienti da altri campionati, ma giovani italiani come Filippo Perini alla corte di Roberto Baronio.

Conta già una carriera ricca di squadre: ha mosso i primi passi all’Ancona, passando per un breve periodo nel 2016 al Pescara per poi ritornare alla base. Il 30 giugno 2017 l’Ancona decide di non prolungare il contratto firmando quindi per la Recanatese, con la quale ha esordito in serie D, che però lo ha svincolato la scorsa stagione. Il Napoli ha approfittato della momentanea libertà del giovane difensore centrale per fargli fare un “provino” a Roccaraso, durante il ritiro, e confermare o meno il suo approdo in maglia azzurra.

L’esito è stato positivo tanto che conta già 4 presenze tra campionato e Youth League diventando uno dei perni principali della difesa.
È nato ad Ancona il 24 settembre del 2000, quindi da poco diciottenne, ma ha già una fisicità importante essendo alto 188 centimetri, con ogni possibilità di crescere ancora. Un muro, insomma, bravo sulle palle alte e che fa della sua stazza l’arma migliore.

Avendo già esordito in un campionato professionistico potrà dare una grossa mano ai compagni, abbinando le qualità balistiche all’esperienza passata.