Jorginho e quelle parole che non ti aspetti: “Se ora sono un calciatore devo tutto a mia madre”

In questo campionato, Jorginho si è senza dubbio dimostrato una delle armi in più per il Napoli di Maurizio Sarri, dopo quasi due stagioni in azzurro durante le quali aveva subito un netto crollo. Ora, l’8 partenopeo racconta la sua storia: “Mia madre era una calciatrice e mi portava in spiaggia tutti i giorni quando finiva di lavorare.

Faceva la collaboratrice domestica per portare avanti la famiglia, ma il calcio era la sua grande passione. Passavamo interi pomeriggi ad allenare la tecnica sulla sabbia e la sua determinazione nella vita è diventata la mia mentalità sin dalla prima scuola calcio. Io gioco a pallone solo grazie a lei”.