Praticamente fatta per David Lopez

ECCOLO. Fatta, praticamente fatta, ma l’abitudine ormai consegna ai cinguettii il diritto di rendere ufficiale ogni mossa, di renderla pubblica solo a firma avvenuta, di sfuggire al rischio d’impedimento dell’ultima ora rifugiandosi nelle frasi di circostanza. «Ci piace….». L’omone grande e grosso a cui concedere la possibilità di andarsela a giocare è David Lopez, centrocampista dentro, interditore di mestiere, un lucido frangiflutti che s’impone con il fisico e con la testa e che a Rafa Benitez è parsa come soluzione rassicurante. L’ossessione del regista – definizione un po’ forzata – ha rappresentato il tormentone dell’estate, vissuta all’ombra dei Mascherano e dei Gonalons, dei Mario Suarez e dei Kramer, di entità divenute astratte per varie e disparate ragioni: a quel punto, i radar d’un tecnico che sa tutto sono andati a scovare nell’Espanyol un corazziere dal profilo perfettamente in linea con i parametri societari, un gladiatore a prezzo contenuto, poco più d’un ragazzino ed assai meno d’un matusa, e la scossa è servita per diradare i nuvoloni.

SI TRATTA. I dettagli restano materia scivolosa, però la discussione è sulle cifre e sulle modalità di pagamento: 5 milioni la base, una serie di bonus il corredo, il quinquennale per il calciatore. E però conviene starsene sulla riva ed attendere che in centoquaranta caratteri si annunci il rito delle visite mediche, che gli spagnoli ritengono imminenti.

Fonte:  Il Corriere dello Sport