CdS: “Rodrigo out, il Napoli cerca la punta in Francia! Servono 65 milioni…”

    De Laurentiis tratta ancora con Florentino, ed è un confronto vero tra uomini duri di calcio e business, e nel frattempo James, in vacanza in Colombia, approfi tta per rifarsi il look. Viso e capelli: una spruzzata di biondo sul ciuff o, una sfoltita alle sopracciglia e una foto postata sui social per mostrare i risultati dalla señora Catalina, titolare del centro estetico prescelto dal giocatore, molto conosciuta a Medellin. Il web apprezza e sorride. Ma la guerra di nervi tra Napoli e Real, con Jorge Mendes a recitare il doppio ruolo di intermediario e manager di JR, continua aspra: quadro chiarissimo. Almeno quanto la situazione di Rodrigo, attaccante del Valencia che al cospetto della corte azzurra ha declinato l’invito precisando di voler proseguire la sua vita spagnola. Punto e a capo. Anzi, in Francia. Terra natia di un altro attaccante rientrato in orbita Napoli: Nicolas Pepé, ventiquattrenne del Lilla con le radici ivoriane, ieri eliminato in Coppa D’Africa con la Costa D’Avorio.

    IL TORMENTONE. E allora, le grandi manovre d’attacco: dalla Spagna alla Francia. Passando per Dimaro: dove tra oggi e domani arriveranno Mertens, Milik e Insigne, ovvero gli illustri membri del reparto off ensivo già a disposizione di Carletto. Ma questa è un’altra storia. E’ la realtà fatta in casa, il presente, e non il futuro da costruire attraverso il mercato. Concetto che di questi tempi fa quotidianamente rima con James Rodriguez: il tormentone del popolo dei tifosi, soprattutto di quelli che giorno dopo giorno continuano ad arrampicarsi sulle Dolomiti che dominano Dimaro, è lui. La stella della Colombia che non rientra nei piani di Zidane e che il Real sta trattando ormai da un bel po’ con il Napoli: sì, perché lui ha già spiegato al maestro Ancelotti, suo allenatore a Madrid e al Bayern, di essere pronto a celebrare in qualsiasi momento il terzo matrimonio calcistico.

    IN COLOMBIA. De Laurentiis e Florentino Perez, dicevamo, lavorano per trovare la formula giusta – perché il Napoli preferirebbe partire dalla base di un prestito con riscatto successivo mentre il Real vuole la cessione e soprattutto il prezzo giusto: 42 milioni la richiesta, sotto i 40 l’off erta. Archiviata la Coppa America, nel frattempo, James prosegue le vacanze a Medellin, casa: il relax insieme con sua fi – glia Salomé, le partitelle con gli amici (tra cui il portiere azzurro David Ospina, suo ex cognato) e qualche trattamento estetico. Il telefono? Sempre con sé: parla, e spesso, con Ancelotti e ogni tanto anche con Simeone, pronto a proporlo concretamente all’Atletico nel caso in cui con il Napoli le cose dovesse farsi troppo complesse. Cholo in agguato, diciamo. FRANCESE D’AFRICA. Nicolas Pepé, francese di sangue ivoriano che ha scelto la Costa d’Avorio proprio come Koulibaly ha deciso di esibirsi con il Senegal. Attaccante rapido e tecnico, 24 anni, Pepé gioca nel Lilla e per una stagione ha condiviso anche lo spogliatoio con Malcuit: sarebbe una buona chiave d’accesso, per lui. Tatticamente predilige agire da esterno, meglio a destra che a sinistra, però si adatta anche da centravanti: una specie di tuttofare offensivo, insomma. Il Napoli lo segue da un bel po’, ma il problema è che dopo l’ultima, splendida stagione con 22 gol e 11 assist in Ligue 1 c’è mezza Europa su di lui. Tipo Psg, Bayern, Liverpool, Everton, Lione: e il Lilla, che parte da una valutazione superiore ai 65 milioni di euro, non vede l’ora di scatenare l’asta