Gazzetta – Con Ancelotti trend invertito rispetto alla precedente gestione: più spazio per le seconde linee e i frutti si sono visti già col Borussia

207

Un inversione di tendenza rispetto alla gestione Sarri, con Carlo Ancelotti che sin dalle prime battute dà la sensazione di gestire al meglio tutte le risorse della rosa azzurra e lasciare spazio a tutti. Lo ha già dimostrato nel corso delle prime amichevoli precampionato, ma si proseguirà su questa strada anche in campionato e Champions League secondo l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport:

“Le seconde linee avvertono maggiore fiducia. Giocatori dimenticati, o quasi, tenuti perennemente in panchina da chi ha preceduto Ancelotti, senza mai dare loro la possibilità di mettersi in evidenza, di capirne effettivamente il valore. Il nuovo allenatore, invece, ne ha apprezzato l’apporto durante tutta la fase del ritiro di Dimaro, sia nelle amichevoli che negli allenamenti quotidiani. E, martedì sera, a San Gallo, ha potuto constatare la bontà delle seconde linee che hanno ridimensionato la squadra tedesca con il 3-1 finale. In difesa, c’è stata per la prima volta l’accoppiata Maksimovic-Chiriches: i due non avevano mai giocato insieme, ma sempre al fianco di uno tra Albiol e Koulibaly. Risultato? La loro prestazione è stata superba, il difensore serbo ha segnato anche un gol, il secondo dei tre rifilati ai tedeschi”.