LIVE – Ancelotti: “Insigne non salterà l’Arsenal! Occhio a Callejon in un altro ruolo. A Roma sono stato bene. Su Mertens e Verdi…”

Distrazione dal mercato? “Lo scrivete e finisce lì. Restano 60 giorni e non ha senso perdere energie col mercato, i giocatori lo sanno bene. Tutte voci al 99% che non sono vere. Addirittura si dice che io abbia chiamato miei ex giocatori, ma l’ultimo che ho chiamato è un ex, Xabi Alonso, quindi perciò… Rafinha? L’ho salutato a settembre, ma era l’anno scorso (ride, ndr)”

Mercato dipenderà dalle cessioni? “Allan e Koulibaly sono giocatori del Napoli e resteranno del Napoli. Quando mi vedrete incatenato a Castel Volturno significherà che sono andati via. Non c’è la volontà di cedere e soprattutto non c’è l’esigenza di vendere”

Su Verdi: “Ha avuto dei problemi, non ha espresso il suo potenziale. Ci sono diverse attenuanti, una squadra nuova, problemi alla caviglia, ora sta bene e si riparte, è un periodo importante per tutti, ci giochiamo parecchio anche se siamo fiduciosi”.

Mertens promosso? “Sì, sta facendo bene in campo e sul piano comportamentale. E’ di aiuto per comportamenti e serietà, porta positività. Poi è dotato di personalità, un carattere positivo, il futuro lo penso con Mertens”.

Partita cruciale in vista dell’Arsenal? “C’è qualche giocatore acciaccato, Zielinski squalificato, ma non credo di essere in emergenza. Non abbiamo avuto problemi dalle nazionali, tutti hanno recuperato bene, pure Fabian dopo una settimana d’influenza. Ci alleniamo con grande intensità, quindi ci sta qualche acciacco, ma la squadra sta bene e faremo una bella partita contro un’ottima squadra e sappiamo quanto sia importante per la classifica. Loro lottano, noi vogliamo consolidare il secondo posto”.

Sulle condizioni di Fabian: “Sta bene, ha fatto qualche giorno così, ma già da giovedì s’è allenato bene”.

“Dalla Roma mi aspetto una partita attenta e gagliarda. Hanno molta pressione addosso negli ultimi giorni, questo li renderà molto concentrati e motivati. L’aspetto psicologico di questa partita però è nelle nostre mani: dobbiamo aumentargli la preoccupazione, non il coraggio”.

“Nazionale? Molto interessante, Mancini sta portando avanti un progetto sui giovani come Meret e Kean. Siamo tutti molto contenti. Il calcio italiano si sta risollevando man mano”.

“Gli attaccanti mi hanno lanciato segnali positivi, stanno facendo tutti bene sono molto professionali”.

Younes sta crescendo molto in fretta, gioca con molta intensità e in spazi stretti. È utilizzabile, ma voglio valutare bene se farlo giocare dall’inizio o meno. Non ha ancora i 90 minuti nelle gambe”.

“Vincere a Roma sarebbe un colpo forte per l’autostima, ma non possiamo controllare il risultato. La prestazione invece sì. E mi aspetto una grande prova dalla squadra, i segnali in settimana ci sono stati”.

“Roma ha rappresentato qualcosa di importante per me, anche se da calciatore. Ha lasciato un segno indelebile nella mia vita. Mi sono trovato davvero bene lì”.

Insigne? “Ha fatto un’ecografia ieri. Non ci sono lesioni particolari, ma solo una contrattura all’adduttore, che non era il muscolo già interessato nel precedente infortunio. Il percorso di recupero è breve, tra 2-3 giorni starà bene. Valuteremo per mercoledì. non è a rischio per l’Arsenal, è convocato Gaetano che si allena con noi e può essere utilizzato. Zedadka? Li facciamo venire, li valutiamo, ci aiutano negli allenamenti. Sono interessanti, è utile stare a contatto con i professionisti”.

Gentili lettori e lettrici di MondoNapoli, benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa dell’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti. L’inizio è previsto per le 12:30.