TOP&FLOP – Lobotka leader a centrocampo, Mario Rui errore grave ma…!

È tornata la rubrica TOP&FLOP. Queste le nostre scelte per la prima partita del Napoli di questa nuova Serie A. Gli azzurri hanno battuto per 2-5 il nuovo Hellas Verona di Cioffi.

TOP – Probabilmente ti aspettavi Khvicha Kvaratskhelia che al debutto ha subito fatto capire di che pasta è fatto. Invece il migliore del Napoli in questa partita è stato Stanislav Lobotka. Lo slovacco ha capitanato il centrocampo azzurro. Ha condotto una partita di tanta quantità (ha vinto 8 dei 12 contrasti a terra) ma anche di altissima qualità (percentuale di passaggi riusciti del 98%). Lui ha recuperato il pallone dando il via all’azione del gol di Politano; lui ha segnato il gol del 2-4 dopo una serpentina. Nel nuovo 4-3-3 di Spalletti il ruolo di Lobotka è ancora più centrale e cucitogli addosso.

FLOP – In una partita pressoché perfetta è difficile trovare il peggiore della squadra. Il candidato principale è Mario Rui. Precisiamo, la sua performance è stata di alto valore. Tuttavia, l’errore commesso sul primo gol del Verona, marcato da Lasagna, è grave. Si è lasciato attrarre dalla palla perdendo la marcatura del giocatore avversario. Un giocatore della sua esperienza non può permetterselo! Nonostante ciò, oggi abbiamo notato la sua importanza in quanto a tiratore di palle inattive. Ha prima servito un cross perfetto per Anguissa che ha colpito il palo; poi ha battuto il calcio d’angolo che ha portato alla rete di Osimhen (con spizzata di Di Lorenzo). Il portoghese ha anche servito un assist in occasione del 2-4 di Lobotka. Al minuto 83 ha lasciato il posto al neo arrivato Mathias Olivera, il quale per ora non può far altro che guardare il suo “rivale” dalla panchina. Concludiamo col dire che Mario Rui sarà uno dei leader carismatici di questa squadra, dopo tutti gli addii pesanti di quest’estate.

Articolo precedenteCarnevali: “Raspadori al Napoli? Trattativa in corso, vi spiego…”
Articolo successivoSKY – Napoli scatenato: Ndombele adesso è vicinissimo. Le cifre