Moviola MN – Sbaglia l’arbitro, decisivo il VAR. Mario Rui da rosso, la spiegazione sul rigore tolto allo Spartak

E’ successo praticamente di tutto nel match fra Napoli e Spartak Mosca, in una partita carica di tensione e di agonismo, troppo, soprattutto dalla parte dei russi. Mettiamo un po’ di ordine e analizziamo l’arbitraggio dello slovacco Ivan Kruzliak:

I gol

Sono 5 le reti della partita, terminata 3-2 in favore degli ospiti. Sblocca dopo poco più di 10 secondi Elmas, che raccoglie la palla respinta dal portiere Maksimenko uscito tempestivamente su Politano, in posizione regolare sul cross di Insigne. Al 55′ pareggia lo Spartak con Promes su azione da corner, e all’80’ arriva il sorpasso firmato Ignatov che finalizza un azione in ripartenza su assist di Ayrton. Doppietta di Promes al 90′, regolare su assist di Sobolev, a sua volta in gioco sul passaggio di Umiarov; e al 94′ c’è la rete del 2-3 di Osimhen, tutto buono sul cross di Di Lorenzo.

Le ammonizioni

Prima di passare in rassegna i vari episodi chiave, ecco una carrellata di tutti i cartellini gialli estratti dall’arbitro:

  • 44′ Ponce, che rischia anche il rosso per un intervento a gamba alta su Manolas.
  • 45+1′ Litvinov, per fallo da dietro su Zielinski.
  • 45+8′ Nell’occasione del rigore inizialmente dato e poi tolto allo Spartak, mentre l’arbitro è al VAR Di Lorenzo toglie il pallone dal dischetto scatenando la reazione di Sobolev. Si accende anche una rissa, giallo per entrambi.
  • 65′ Giallo per Caufriez che stende in corsa Osimhen, Koulibaly protesta veementemente e viene ammonito. Situazione al limite ma l’ammonizione è il provvedimento più giusto perchè il difensore dei russi non alza troppo la gamba ma compie una semplice entrata in scivolata.
  • 77′ Ammonito Ayrton, che stende Lozano fermando un contropiede.
  • 78′ Fabian Ruiz alza troppo la gamba ai danni di Umiarov e si prende il giallo per gioco pericoloso, rischiando anche qualcosa di più.
  • 84′ Giallo anche per Manolas che stende Ayrton in corsa.
  • 89′ Ammonito il portiere Maksimenko per perdita di tempo.
  • 100′ Giallo ad Umiarov, trattenuta su Anguissa che interrompe una ripartenza.
  • L’ultimo ammonito è il tecnico azzurro Spalletti, che dopo il fischio finale è andato a contestare qualcosa al direttore di gara, vedendosi sventolato il giallo davanti agli occhi.

Gli episodi

Minuto 28: espulso Mario Rui con l’ausilio del VAR

Alla mezz’ora c’è l’episodio che fa svoltare la partita. Mario Rui entra a gamba testa su Moses, andando a colpire il suo avversario con i tacchetti sulla gamba: intervento pericoloso, l’arbitro inizialmente ammonisce il portoghese ma poi, richiamato dal VAR, cambia la sua decisione estraendo il rosso diretto. Giusto e inevitabile.

Minuto 50: l’arbitro dà e toglie un rigore allo Spartak

Nel recupero della prima frazione il direttore di gara decreta un rigore a favore dei russi per fallo di Politano su Promes. Ma dalle immagini si vede come il giocatore ospite vada a pestare il piede del 21 azzurro, che lo aveva piantato sotto la scarpetta dello stesso Promes, il quale a sua volta non aveva trovato l’appoggio cadendo per terra. Ancora una volta ci pensa il VAR a correggere la decisione di Kruzliak.

Minuto 67: gol annullato a Manolas

Al 67′ il Napoli trova la rete del 2-1 ma il guardalinee annulla tutto. C’è il fuorigioco di Manolas, che insacca di testa sul cross di Malcuit.

Minuto 82: espulso anche Caufriez

La partita assai cattiva da parte dei russi culmina con l’espulsione di Caufriez, doppio giallo per un intervento su Osimhen in netto ritardo con la gamba alta.

Di seguito le valutazioni finali di MondoNapoli:

Arbitro – Kruzliak (Slovacchia) 5: Gravi le sviste in occasione dell’espulsione di Mario Rui e del rigore dato allo Spartak. Gestisce come può una partita molto carica agonisticamente, al 64′ si poteva fischiare una punizione in area per un retropassaggio bloccato con le mani da Maksimenko.

Guardalinee – Branislav Hancko (Slovacchia) e Jan Pozor (Slovacchia) 6.5: Giusto annullare il gol di Manolas e convalidare gli altri cinque.

VAR – Bastian Dankert (Germania) 7.5: Provvidenziali e decisive le due chiamate al 28′ e al 50′.

Articolo precedenteNations League – Ecco i 23 convocati di Mancini, 2 top fuori!
Articolo successivoSky – Koulibaly: “Non cerchiamo alibi, pensavamo già alla Fiorentina”