CHI SALE E CHI SCENDE – Luci e ombre: quali azzurri hanno convinto e chi ha deluso finora?

Week-end a basso contenuto di emozioni a causa delle Nazionali. Il Napoli di Ancelotti si è concesso qualche giorno di pausa per poi riprendere da domani le sedute con i ritorni di Koulibaly, Mertens, Ounas, Diawara e Rog.

Facendo un primo bilancio stagionale, vediamo quali calciatori hanno stupito e hanno deluso di più.

Chi sale:

Fabián assolutamente un acquisto azzeccatissimo. È stato pagato 30 milioni, non pochi, ma poteva essere il nuovo Kondogbia. Per fortuna, almeno per quanto visto finora, si prospetterà un futuro roseo e dovrà essere bravo De Laurentiis a fermare la concorrenza.
Allan non ha mai iniziato così bene una stagione, gli manca solo il tiro da fuori e poi vale quanto tutta Buckingham Palace.
Ospina ha sorpreso positivamente. Dà sicurezza ed è importante avere un portiere d’esperienza in Champions.
Koulibaly ormai uno dei 5 fra i difensori più forti al mondo. Sembra non smettere mai di stupire. Mbappé docet.
Mertens e Insigne, 7 gol a testa in campionato e ancora una volta si confermano i trascinatori di questo Napoli.

Chi scende:

Zielinski in primis. Sembrava partito alla grande con la doppietta al Milan ma poi si è spento e non ha ancora cambiato le pile. La personalità è forse il suo grande limite. Deve capire che ha un talento eccezionale. O meglio: deve convincersene!
Hysaj è un buon soldatino, duttile, ma non fa ancora la differenza. Sembra non essere riuscito ancora a fare quel passo avanti che, a quasi 25 anni, ci si aspetta dopo il percorso fatto.
Milik anche se questo ragazzo ha bisogno di sbloccarsi definitamente dopo due anni di tanti bassi e pochi alti. È un ottimo centravanti o forse renderebbe meglio come seconda punta come quando affiancava Lewandowski in nazionale? Chissà. Comunque non è una prima donna (tipo Cavani o Higuaìn) e si vede.
– Diawara che delusione! Si pensava potesse diventare subito una pedina fondamentale in questa squadra, invece anche lui ha avuto una parabola discendente. Forse in Premier renderebbe di più.