Pagelle MN – Napoli, che brivido! Super Zielinski, Ghoulam e Maksimovic rischiano di complicare la serata

Il Napoli riesce a qualificarsi ai sedicesimi di finale di Europa League. Partita più che sofferta contro la Real Sociedad, che riesce a rispondere al vantaggio di Zielinski soltanto nel recupero finale. Tra le varie prestazioni si distingue proprio quella del polacco, male Maksimovic che sostituiva Manolas. Di seguito tutte le valutazioni:

Ospina 6.5: Decisivo nella prima metà del primo tempo con due parate, specialmente quella su William Josè dopo circa un quarto d’ora di gioco. Si conferma una certezza e punto di riferimento nella costruzione dal basso.

Di Lorenzo 6: Inizialmente soffre assai le incursioni di Portu, che al 19′ si trova solo davanti alla porta spalancata e per poco non porta in vantaggio gli spagnoli. In ritardo su qualche copertura ma nel complesso svolge il compitino senza infamia e senza lode.

Maksimovic 5: Il peggiore. Nell’occasione di Portu si lascia sfuggire William Josè su una palla calciata in verticale: non riesce ad anticipare il suo diretto avversario e di conseguenza neanche a recuperarlo in velocità. Disattento anche sulla rete della Real nel finale, prestazione da rivedere.

Koulibaly 6.5: Ottima partita del senegalese che si dimostra solido e tiene in piedi una difesa che rischia e non poco. Si fa sentire sulle palle alte ed è preciso nei contrasti e sulle palle lunghe.

Mario Rui 6: Soffre un po’ la spinta di Januzaj che poi cala, dopodiché sulla sua fascia quasi non arrivano pericoli. Gran chiusura al minuto 48 su una palla messa al centro dalla sinistra sulla quale Januzaj era pronto a ribadire in gol. (Dall’82’ Ghoulam 5: Grave errore sul gol della Real, rischia di complicare il finale di partita dei suoi).

Bakayoko 6: Dà manforte alla difesa quando la Real Sociedad attacca. Partita di sostanza da parte del francese, meglio in fase di impostazione ma non ancora perfetto: è ancora lento e a volte sbaglia sui passaggi lunghi. (Dal 70′ Demme 6).

Fabian Ruiz 6: Si limita ai passaggi corti ma garantisce ordine in mezzo al campo e in impostazione.

Lozano 6.5: Molto propositivo sulla destra, i suoi inserimenti mettono spesso e volentieri in difficoltà la difesa ospite che in diverse circostanze viene presa d’infilata dal messicano. Da sottolineare anche la preziosa copertura in fase di non possesso, quando scala accanto ai centrocampisti. (Dal 70′ Politano 6).

Zielinski 7: Si muove tanto tra le linee, all’inizio sembra poco propositivo ma migliora col passare del tempo e trova spunti interessanti. Poi il gol, che agevola, neanche troppo, la serata del Napoli. La prestazione è ottima, il migliore dei suoi. Nell’ultima mezz’ora si abbassa in mediana per aiutare la squadra in fase di non possesso. (Dal 74′ Elmas s.v.).

Insigne 6: Il capitano c’è anche stasera, sebbene giochi un match molto meno brillante rispetto alle partite contro Crotone e Roma. Copre molto bene la sua fascia di competenza, ma non illumina quasi mai.

Mertens 6: Inizio piuttosto molle per il belga, che cerca i movimenti giusti e complessivamente però gioca una buona gara. Bravo nel dettare i tempi di inserimento dei compagni. (Dal 70′ Petagna 6: Entra e tiene alta la squadra. Nel finale va anche vicino al gol quando riceve una palla in area di rigore ma non trova lo spazio per calciare).

Gattuso 6.5: Su un campo che non aiuta a causa della pioggia il suo Napoli inizia soffrendo e per poco non passa in svantaggio, rischiando di giocare una partita in salita. Ma con un po’ di fortuna e dopo aver ritrovato la giusta organizzazione difensiva gli azzurri si riprendono e assumono il comando del gioco nella restante parte della prima frazione fino al gol di Zielinski che fa momentaneamente respirare la squadra. Nella ripresa i partenopei sono costretti a giocare quasi esclusivamente di contropiede, ma Ringhio la interpreta bene e i suoi disputano un match molto simile alla sfida di andata. I tre cambi effettuati tutti insieme al 70′ sono una mossa intelligente per mettere in ghiaccio la qualificazione.