Parte Napoli in Rosa, il nuovo angolo dedicato al Napoli femminile: la partenza disastrosa delle azzurre

Che il campionato abbia inizio, e con esso anche la rubrica di MondoNapoli Live: Napoli in Rosa. In questa rubrica tratteremo l’avventura del Napoli femminile in serie A di cui a volte parleremo anche in live.

Il Napoli, dopo aver fatto una campagna acquista con i fiocchi con la nota dell’acquisto di Eleonora Goldoni, è partita in maniera disastrosa in serie A. La prima partita contro il Bari nel derby del Sud finisce 1-0 per i pugliesi con il Napoli di mister Giuseppe Marino abbattuto nel primo tempo con il rigore segnato da Manno. Le azzurre cercano il pareggio nella ripresa senza però ottenere esiti positivi. La prima partita finisce con la consapevolezza di non essere più tra i dilettanti e con la voglia di rialzarsi.

La seconda è in casa, allo stadio Caduti di Brema dove le azzurre incontrano l’armata viola che proviene da un secondo posto, dietro solamente alla Juventus. La partita inizia in maniera superba con il gol di Errico direttamente da calcio di punizione, il primo nella massima serie. Ma la Fiorentina pareggia con Sabatino, sarà la sua serata. Mentre Groff macchierà la serata con un bruttissimo autogol: passaggio all’indietro senza guardare per il portiere che in quel momento era fuori dai pali e la Fiorentina si aggiudica il primo tempo per 1-2. Si va al riposo con il Napoli che non uscirà dagli spogliatoi: al 50esimo con un calcio di punizione battuto con astuzia arriva la rete di Mascarello che blinda il risultato. Al 56esimo su un rigore procurato da Neto su un’ingenuità di Cafferata arriva la seconda rete di Sabatino e la quarta della Fiorentina. Al 59esimo Sabatino corona la serata con la tripletta, si abbatte la tempesta sul Napoli che accorcia le distanze al 62esimo con Chatzinikolau che dopo la traversa di Errico va di testa e porta il risultato sul 2-5.

Finisce così con il Napoli al 10 posto con due partite perse su due e con la consapevolezza di dover cambiare strada per avere almeno un campionato tranquillo.

Fonte foto: Napoli femminile Facebook