CHI SALE E CHI SCENDE – Tre per un solo posto, Milan da batticuore! Ventura zero punti

 

È terminata ieri sera con Udinese-Milan l’undicesima giornata di campionato in cui, come sempre, non sono mancate forti emozioni.

CHI SALE – Juve, Napoli, Inter: sono queste tre le squadre che attualmente stanno dando un po’ di pepe a questo campionato. Gli azzurri ne fanno cinque all’Empoli con un Mertens straripante che pare finalmente essere tornato quello della scorsa stagione; Spalletti ha risposto ad Ancelotti con un’altra manita ai danni del Genoa, nonostante mancasse il bomber Maurito Icardi tenuto a riposo in vista della sfida di Champions contro il Barcellona.

Continua la striscia positiva dei bianconeri che, con un po’ di fatica, vincono anche contro un buon Cagliari. Da batticuore la vittoria del Milan in casa dell’Udinese grazie a Romagnoli il quale al novantaseiesimo l’ha spizzata dentro regalando tre punti preziosi che hanno permesso ai rossoneri di mettersi al quarto posto, a pari punti con la Lazio di Immobile che ha stordito nel lunch match domenicale la Spal con un netto 4-1.

CHI SCENDE – La Roma si ferma ancora. Per i giallorossi altra trasferta, altro pareggio, questa volta contro la Fiorentina che si era portata in vantaggio con il rigore segnato da Veretout, ma Florenzi al minuto 85 ha insaccato la porta ed evitato una sconfitta pesante. Entrambe ora sono fuori dai circuiti Europa. Partenza davvero negativa per gli uomini di Di Francesco. 15 punti di distanza dalla vetta, rimonta pressoché impossibile.

Sempre più tragica la situazione per il Chievo che porta a casa la nona sconfitta in campionato, con soli due pareggi e zero vittorie. La posizione di Ventura è sempre più in bilico: 0 punti in tre gare.
Sfortunata anche l’Udinese, che non vince dal 23 settembre proprio contro i clivensi.
Si sta delineando così una classifica sempre più chiara, con qualche panchina seriamente in bilico.