LA TATTICA – SAMP-NAPOLI: Diawara in cabina di regia, Ancelotti inizia a ruotare gli uomini. Giampaolo cambia e prova a limitare il Napoli con una mossa a sorpresa…

La redazione di MondoNapoli si occuperà ogni settimana dei punti forti e deboli del Napoli e dei suoi rispettivi avversari cercando si “leggere” in anticipo la partita sotto l’aspetto puramente tattico.

Sampdoria-Napoli sarà il  match di domenica sera che andrà in scena al Marassi, con Giampaolo in cerca di riscatto dopo la sconfitta di Udine ed Ancelotti che cerca il filotto dopo le vittorie in rimonta contro Lazio e Milan.

QUI SAMP: Gianpaolo cambia uomini  e modulo e si affida al 4-3-1-2 con Ramirez pronto ad agire tra le linee con Quagliarella e Caprari in attacco. Proprio Ramirez avrebbe un ruolo fondamentale perchè sarebbe l’ago della bilancia tra centrocampo e attacco per impensierire il Napoli e mettere pressione agli azzurri.
Cambia anche il regista che dovrebbe essere Ekdal che prende il posto del meno tecnico Barreto o Jankto.
In difesa possibile esordio di Tonelli che dovrà tenere a bada il suo ex compagno di squadra Milik.

IL PUNTO DEBOLE: LA DIFESA –La difesa dovrebbe essere l’anello debole della compagine blucerchiata con l’allenatore che non ha ancora trovato la quadratura giusta. Sui due out esterni dovrà stare attenta la Sampdoria contro la sfilza di attaccanti in possesso degli azzurri per questo prevediamo tante difficoltà per Tonelli e compagni.

IL PUNTO FORTE: IL PRESSING – Le squadre di Giampaolo giocano sempre a ritmi elevati anche se siamo ad inizio stagione per questo gli azzurri si troveranno spesso a dover uscire palla al piede con il pressing asfissiante dei doriani e anche solo una palla persa potrebbe essere letale.

QUI NAPOLI: Ancelotti annuncia cambi! Verdi e Diawara potrebbero essere le novità di giornata con l’ex bolognese pronto ad offrire il peso giusto in attacco a discapito di Callejon, mentre Diawara assicura più copertura vista la presenza di Ramirez bravo tra le linee. Occhio a Mertens che a partita in corso ha dimostrato di essere devastante (vedi Milan).

PUNTO FORTE: LA QUALITA’ DELLA ROSA – Il Napoli dispone di tante pedine a sua disposizione ed Ancelotti lo sa. Per questo anche a partita in corso anche se le cose dovessero mettersi male il Napoli puo’ contare di eccellenti cambi come mai successo fino ad ora.

PUNTO DEBOLE: LA DIFESA – Troppi gol presi in questo inizio di stagione che ci lasciano pensare che ad oggi il reparto arretrato sia la cosa da aggiustare più in fretta. Contro Quagliarella e Caprari che possono diventare spine nel fianco c’è da stare attenti evitando di regalare gol come quelli contro Lazio e Milan.

Articolo precedenteSky, Ugolini: “Ci saranno dei cambi contro la Samp: si vogliono evitare due cose”
Articolo successivoDel Genio duro su Cr7: “Non ha capito nulla della vita, mi dispiace per lui”