PAGELLE MN – CENTROCAMPISTI : Hamsik perla rara da trovare, l’evoluzione di Jorginho e l’esplosione di Diawara. Male solo un azzurro…

JORGINHO 7,5: L’evoluzione della specie come quella di Darwin, l’italo brasiliano la applica a se stesso, cambiando pelle ed abitudini e diventando l’Homo Sapiens del Napoli. Cervello e tecnica, oltre ad un ottimo senso tattico, gli permettono di diventare il regista inamovibile (fino all’arrivo di Diawara) dell’era Sarri. Gli manca un po’ di inventiva per trovare la giocata spettacolare ma regala sicurezza a tutto il reparto fungendo da cardine tra difesa e centrocampo. COLLANTE

DIAWARA 7,5: Alzasse la mano chi credeva che il giovane arrivato dal Bologna avesse avuto questo impatto in una piazza come Napoli. Classe 97 ed un’infinita voglia di stupire, per confermare quanto di buono si dice su di lui. In pochi mesi insidia il posto da titolare di Jorginho, si impone a centrocampo allo Juventus Stadium oscurando gli altri e assicura a tutto il Napoli di avere acquistato il centrocampista del futuro con tutte le qualità immense a disposizione. ESPLOSIONE

ALLAN 5.5: Di certo meglio nella prima parte che nella seconda in questo 2016. Ha una regressione anche dal punto di vista atletico, soffrendo forse troppo la concorrenza con il neo arrivato Zielinski. DI certo non manca l’impegno ma in alcune partite c’è bisogno di quel “quid” in più che il brasiliano fatica a trovare per imporsi. INSIPIDO

ZIELINSKI 7,5: Dopo un infinito tira e molla giunge a Napoli quando ormai il suo destino sembrava essere lontano dal Vesuvio. Ritrova il suo maestro Sarri che ci impiega pogo per inserirlo nello scacchiere azzurro e fare di lui un vero e proprio alfiere. Tecnica sopraffina, gol pesanti (vedi Inter) e la consapevolezza di essere padrone dei propri mezzi. SCACCO MATTO

HAMSIK 8: Voto dettato dalla leadership con la quale si mette il Napoli sulle spalle e lo trascine oltre le avversità. Un atto d’amore verso i tifosi, la conferma che in campo lui ci mette il cuore e con i suoi lampi di genio vuol portare ancora soddisfazioni in terra partenopea. Il gol al Besiktas permette il passaggio virtuale agli ottavi di Champions a due minuti dal termine, un fulmine che squarcia il cielo turco. Indispensabile per Sarri, fondamentale per gli schemi del Napoli, “Marekiaro” è tutto cio’ che chiunque vorrebbe avere ma che solo Napoli può permettersi. PERLA RARA

ROG 6: Ci si impiega un po’ per vederlo in campo ma finalmente contro l’Inter trova la sua occasione. Esordisce davanti al grande pubblico senza remore, mostrando qualche sprazzo di buonissimo calcio. E’ presto per dettare giudizi mi ci fidiamo sul lavoro dello staff azzurro che ha intravisto in lui innumerevoli qualità. ALLA SCOPERTA