IL MEGLIO DELLA SETTIMANA – Dalla Fiorentina al Chievo passando per l’Europa: la consapevolezza azzurra

Tre vittorie in sette giorni, nove punti (sei in campionato e tre in Europa League) in totale per una squadra sempre più convincente: gli azzurri non si fermano più e continuano nel loro momento d’oro. Il Napoli, seppur siamo ancora ad inizio stagione, sembra aver raggiunto un’importante consapevolezza nei propri mezzi e quella maturità che era sempre mancata.

Quella maturità che si concretizza quando si porta a casa una vittoria come quella di domenica sera, sul campo del tanto temuto Bentegodi. Partite come quella di ieri da tanto non si vedevano. Non si vedevano perché il Napoli, quello di Mazzarri prima e di Benitez poi, non riusciva a dare continuità ai propri risultati e al proprio gioco, oltre a non riuscir ad esprimere sempre la propria superiorità tecnica. Una continuità che ora vediamo perché questa squadra è finalmente capace di credere in sé e nel proprio potere di vincere contro quelle che in genere definiamo “piccole”. Continuità che nasce nella consapevolezza dei propri mezzi, quella che si è vista contro la squadra di Maran, quando gli azzurri continuavano, imperterriti nel loro gioco, con la convinzione che prima o poi il gol sarebbe arrivato.

Merito di Sarri che in poco tempo ha saputo trasmettere tanto ai suoi ragazzi e merito ai suoi ragazzi che subito si sono messi a disposizione dell’allenatore di “provincia”. I campioni su tutti. Higuain in primis che va a segno da tre gare di fila, oltre a lavorare tanto per la squadra, come forse non aveva mai fatto. Da lui passando per Hamsik e Reina, veri trascinatori. Loro come tutto il resto del gruppo che sta dimostrando di valere tanto, in ogni reparto. La favola è solo all’inizio e l’entusiasmo può essere un’arma a doppio taglio (facciamo gli scongiuri del caso). Quello che però potrà fare la differenza è la consapevolezza degli azzurri, la consapevolezza di un gruppo che ora ha tanto di ciò che prima mancava.

Articolo precedente“Koulibaly é stato il meno brillante ieri!”: ecco di chi sono queste dichiarazioni
Articolo successivo“Sarri e i ragazzi parlano di scudetto dalla mattina alla sera!”: ecco le dichiarazioni che non ti aspetti