Repubblica: “Futuro incerto per tanti azzurri. Anche Hamsik tentato dalle offerte…”

L’ accostamento è fin troppo semplice. Ma per molti l’ appuntamento di ieri sera a Villa D’ Angelo potrebbe essere stata l’ ultima cena (di fine stagione) con il Napoli. Per Pepe Reina, ad esempio, è già una certezza. Il portiere spagnolo – che ieri mattina ha visitato i bambini dell’ ospedale Pausillipon – ha ormai terminato la sua esperienza in azzurro. I titoli di coda cominceranno a scorrere domenica al termine della partita con il Crotone. Tra i ” ringraziamenti” non ci sarà quello per Aurelio De Laurentiis: i rapporti, del resto, sono praticamente nulli e tutto cominciò proprio un anno fa nella location del Vomero per una battuta rivolta dal presidente alla moglie Yolanda Ruiz su una maggiore attenzione da mantenere nella vita privata che col senno di poi poteva contenere un riferimento ai rapporti dei Reina, i quali hanno organizzato la festa d’ addio a Napoli nel locale sequestrato ai fratelli Esposito. Quelle parole fecero infuriare Pepe e il mancato rinnovo del contratto ha fatto il resto.

Low profile, invece, per Christian Maggio, arrivato pure lui alla fine della sua esperienza in maglia azzurra. Lascerà dopo dieci anni di militanza: è il leader silenzioso del gruppo e salvo proposte clamorose – un ruolo dirigenziale – è destinato a chiudere la sua carriera altrove. È lungo, invece, l’ elenco di chi è ancora in dubbio. Jorginho, ad esempio, potrebbe ritrovarsi ad un altro tavolo nella prossima stagione, quello di Pep Guardola al City. Le parole del suo procuratore Joao Santos sono eloquenti: « Se i due club trovano l’ accordo Jorginho andrà a Manchester. Non sarebbe difficile raggiungere un’ intesa con un club così importante ». L’ altro è il Liverpool di Jurgen Klopp. Da verificare pure il futuro di Dries Mertens che ha una clausola di 28 milioni di euro. Il Napoli, invece, ha già deciso sia per Koulibaly che per Insigne, accolto da un vero e proprio boato dai tifosi anche perché è stato l’ unico a fermarsi e firmare autografi: entrambi rappresentano l’ ossatura del nuovo ciclo. Dovrebbe farne parte pure Marek Hamsik, ma – al di là delle smentite ufficiali – la tentazione Cina è reale: il procuratore Lucas Chang Jin valuterà eventuali offerte assieme all’ entourage dello slovacco.

Fonte: Repubblica