Il Mattino: la Serie A si sta spaccando davanti ai diritti tv

Tiene banco da diversi mesi il dibattito sull’assegnazione dei diritti tv del prossimo triennio di Serie A. Anche se Dazn ha superato l’offerta di Sky, infatti, le società del nostro campionato sono ancora fortemente divise.

Ne ha scritto oggi Il Mattino:

“Il boicottaggio di Bologna, Crotone, Genoa, Sampdoria, Sassuolo, Benevento, Spezia, Torino e Roma ha rinviato la decisione: una mossa studiata per provare a convincere De Laurentiis, Agnelli, Lotito e gli altri a fare marcia indietro sul veto alla costituzione della nuova media company partecipata da fondi d’investimento che sembrava una cosa fatta meno di due mesi fa e che invece è, adesso, praticamente saltata. Un vero caos, c’è poco da fare. E il risultato che in Lega non sono capaci di trovare una intesa. E così anche Sky e Dazn dovranno attendere ancora, visto che le uniche offerte erano le loro”.

Le big del nostro campionato spingono per Dazn, scrive Il Mattino:

Un blocco di sette società, e il Napoli, la Juventus, l’Inter e la Lazio sono tra questi, spinge per chiudere e in fretta la partita dei diritti tv che vorrebbero fossero assegnati a Dazn che offre diverse centinaia di milioni in più rispetto a Sky. Ma il resto del mondo del calcio ha quasi un legame d’affetto con Sky (che peraltro prepara un rilancio), visto quello che ha pagato per la serie A in questi ultimi anni. In ogni caso, l’assemblea saltata è il segnale che l’intesa è ancora lontana”.