Gli attaccanti del Napoli sono ansiosi di passarla anziché tirare. Così si esce dai radar

La scarsa produzione offensiva è un tema caro al Napoli da oltre un anno. Ieri, contro lo Spezia, questo problema si è acuito in maniera devastante: il Napoli ha tirato 28 volte in porta, segnando un solo gol.

Oggi ne ha scritto Paolo Condò su Repubblica:

“Pensierini finali sull’Atalanta, che dopo le coppe ha raccolto 14 punti (e 18 gol) e sta filando con la potenza del grande passista verso i posti da Champions; e sul Napoli che, sempre privo di Mertens e Osimhen, davanti alterna un plotone di attaccanti ansiosi di passarla anziché tirare. Non funziona così, ragazzi: così si perde col bravo Spezia, e con la miseria di 7 punti nel post Europa almeno per ora si esce dai radar”.

Articolo precedentePardo: “Esonero Gattuso? Pensare che ieri sia stata colpa sua è sbagliato”
Articolo successivoOrdine: “Milan-Juve dimostra che solo una ASL si comporta diversamente”