Il Mattino: “Traorè e Almendra, caccia ai millenials”

Si riparte con la pancia già piena per il Napoli.
L’apertura ufficiale delle contrattazioni coincide con le trame azzurre per il baby talento argentino Almendra, l’ivoriano Hamed Junior Traoré e un altro ivorano, Kouame del Genoa: De Laurentiis torna dagli Stati Uniti soltanto il 12 gennaio ma da Los Angeles viene aggiornato di ogni tipo di possibile operazione. In particolare due in uscita: Diawara (molto corteggiato alla Fiorentina) e Rog (per cui si sta muovendo il Bologna). Al solito, non c’è la frenesia dell’acquisto a ogni costo.

LARGO AI GIOVANI La temperatura non è alta per questo mercato che chiuderà il 31 gennaio dopo la presa di posizione degli operatori di mercato che hanno ottenuto dalla Figc lo slittamento della data di chiusura (era prevista per il 13). Le risorse azzurre non sono risicate ma l’impressione è che si gettino le basi per l’estate. Ed è per questo che ha chiesto di verificare lo stato di due situazioni: Barella del Cagliari e Tonali del Brescia. Nomi in agenda già da settembre. Ma per prima cosa sul tavolo c’è il rinnovo del ds Giuntoli, scadenza a giugno del prossimo anno. L’intesa è virtualmente raggiunta sulla base di altri tre anni.

VIVA I MILLENIALS È caccia grossa ai nati nel 2000. Il Napoli ha alzato la sua offerta per Augustin Almendra del Boca Juniors. Una offerta intorno ai 15 milioni che sarebbe la più alta arrivata al club argentino, che pur vacillando continua a tergiversare nella speranza di un rilancio da parte di qualche altro club europeo. Napoli in pole e Almendra, il baby Riquelme, che ha già detto di sì. Il Boca non avrebbe gradito l’elevata parte flessibile dell’offerta azzurra: bonus legati alle presenze e ai risultati del Napoli. Operazione con vista immediata, anche se il ragazzo è una pedina chiave dell’Argentina Sub20 che a febbraio prende parte alla Coppa Sudamericana per nazioni. In questo lavoro di scouting fondamentale l’apporto del vice di Giuntoli, Peppe Pompilio.
E tra i nomi dei giocatori seguiti un altro baby argentino:
Matias Palacios, del San Lorenzo. In questo caso, il ragazzo è un 2002. E con il presidente Corsi dell’Empoli, già c’è stata una telefonata per avere informazioni su Hamed Junior Traoré, anche in questo caso 18 anni, centrocampista ivoriano. La risposta ha freddato il Napoli: vale già 15 milioni.

PRESSING SU KOUAME Sembrava Piatek l’uomo delle trame tra Genoa e Napoli. Invece no: è Christian Kouame l’attaccante su cui De Laurentiis ha puntato le attenzioni. Più di una telefonata con il dg Perinetti ma ancora nessuna trattativa vera e propria iniziata. In questo caso, il duello è con il Milan che, al solito, ha una via preferenziale. E Piatek? Il Napoli non prende parte ad aste. Quindi operazione difficile. Occhio a Christian Oliva del Nacional Montevideo”

Articolo precedentePRIMA PAGINA – Gazzetta: “CR7 mi prendo tutto! Ultrà, arrestato il capo della Nord”
Articolo successivoIl Mattino: “Ospina verso il riscatto, Mertens verso l’addio”