Luna Park Napoli: Cagliari annichilito!

Terza goleada nelle ultime tre partite: il Napoli ci prende gusto. La crisi sembra alle spalle: il messaggio di De Laurentiis è stato recepito eccome. Tutta un’ altra musica rispetto al non troppo lontano periodo buio. Dopo Pasqua solo cose belle. “Il giro della classifica in 31 giornate” verrebbe da dire se si dovesse attribuire un titolo alla stagione partenopea. La speranza è che finalmente gli azzurri abbiano trovato la terra promessa, che risponde al nome di terzo posto. Già, perchè a proposito di terzo posto, il Napoli è a -5 dalla zona Champions. Ancora una volta.

0-3 il risultato finale al Sant’Elia. Partita senza storia: le due squadre si presentano all’appuntamento con situazioni psicologiche diametralmente opposte. Un Cagliari che vede sempre più da vicino l’incubo chiamato serie B ed un Napoli galvanizzato dal super prestazione europea di giovedì sera. Gli azzurri si portano in vantaggio al 24′ con Callejon, che con la freddezza che lo caratterizza, sfrutta al meglio il magnifico assist di capitan Hamsik. Ormai la presenza nel tabellino dell’attaccante spagnolo è abitudine come una volta. All’ultimo minuto della prima frazione il vantaggio degli ospiti aumenta a causa di una sfortunata deviazione di Balzano nella propria porta. Al 56′ entra Manolo Gabbiadini e dopo soli tre minuti sigla il definitivo 3-0 con un bel tiro dalla media distanza. Ormai il gol da sub-entrato è un vero e proprio marchio di fabbrica per il talentuoso centravanti italiano ed a Benitez non può che far comodo. Unica nota stonata per gli azzurri, l’espulsione di Maggio al 65′, che salterà la sfida di domenica sera con la Sampdoria.

La nuova stagione del Napoli inizia ora, c’è ancora tutto il tempo per renderla indimenticabile. Benitez l’aveva detto: “Seminare bene ad aprile, per raccogliere bene a maggio”. Vietato non crederci!

 

Articolo precedenteSilenzio stampa nel post-partita di Cagliari, il Napoli continua sulla sua linea
Articolo successivoPagelle Mondo Napoli: Bentornati Hamsik e Callejon, Gargano uomo d’acciaio e la difesa ha trovato la quadratura