Ponciroli: “Un pareggio farebbe comodo al Napoli. Stasera servirà il miglior Lobotka”

Fonte foto: SSC Napoli

Fabrizio Ponciroli, giornalista, è intervenuto nel corso della trasmissione L’Editoriale, in onda su Tmw Radio.

Napoli-Juventus è anche la sfida tra Spalletti e Allegri.
“Due maestri di comunicazione, il pensiero va ad altri che fanno fatica a livello comunicativo come Sarri. Questo è il modo giusto di presentare una grande partita, con ironia, tra due giganti del nostro calcio. È più la Juve che ha da perdere in questa partita, arriva da 8 vittorie di fila e può rientrare nella lotta Scudetto. Il Napoli può gestire, un pareggio farebbe comodo al Napoli. È chiaro però che per quanto fatto la squadra di Spalletti è favorita, ma affrontare ora la Juve è complicato, ti fa giocar male e non sai come darle fastidio. La Juve ha dimostrato che alla fine un gol lo fa, la cosa difficile sarà l’approccio a questa partita per il Napoli”.

Lo scorso anno il Napoli ha vinto in rimonta, potremmo vedere una partita simile oggi?
“Non si possono fare paragoni con lo scorso anno. Era una Juve diversa e un Napoli molto meno tonico. Il canovaccio della partita è chiaro, la partita la farà il Napoli e la Juve giocherà in ripartenza. Se il Napoli dovesse segnare la partita cambierà, ma se la Juve dovesse andare in vantaggio per il Napoli sarà molto complicato far male alla Juventus”.

Il pareggio favorirebbe più il Napoli o la Juve?
“Sono convinto che la Juve si giochi tutto oggi, o tutto o niente. Un vivacchiare non è nel dna di questa squadra. Dovesse infilare la nona vittoria di fila in casa della capolista cambierebbe tutto. Un pareggio fermerebbe la striscia di vittorie consecutive, la distanza non cambierebbe. L’importante è che si possa vedere una bella partita, poi che vinca il migliore”.

Chi sarà decisivo nella supersfida di stasera?
“Per la Juve è ovvio che Milik da ex con il dente avvelenato sarebbe piuttosto felice di fare gol. Vediamo poi Chiesa se e dove giocherà, ha voglia di fare il partitone e ho grande fiducia in lui. Per il Napoli è chiaro che Osimhen rappresenti un grande problema in casa Juventus, è un attaccante speciale. Io ci aggiungo Lobotka, da lui passeranno tanti palloni e se il Napoli vorrà far male alla Juventus servirà il miglior Lobotka”.

Articolo precedenteNapoli, indetto un mini abbonamento per le partite con Cremonese e Roma. I dettagli
Articolo successivoFerrara: “Il più forte? Maradona, ma il più leader è sicuramente un altro”