Chiariello: “Congiunzione astrale? Un affare così è unico, da studiare”

In un intervento a Radio Napoli Centrale, il giornalista napoletano Umberto Chiariello ha analizzato il lavoro di Giuntoli da quando è a Napoli.

Ecco le sue dichiarazioni: “Sono stati presi anche giocatori che non erano un prospetto, ma già giocatori rodati come Politano, Petagna, Lobotka. Andiamo a prendere uno che neppure sappiamo come si chiama, un georgiano, a dieci milioni e la prima domanda che si fa: ‘Se fosse stato buono lo avrebbero dato a noi?’. Spalletti, però, è sereno; Giuntoli è sereno”.

Noi passiamo dalla storia Mertens-Insigne ad uno sconosciuto, un coraggio impressionante. Le domande erano legittime, bisogna dire la verità. Poi lo si vede in TV durante la Nations League ed una lampadina si accende. Poi l’abbiamo visto, abbiamo visto che è un fenomeno”.

Infine ha concluso: “L’altro giorno, durante il primo tempo, non ha toccato palla ed al secondo tempo ha ricominciato a fare il Kvaratskhelia. Congiunzioni astrali, colpo di fortuna, idea vincente, un affare del genere è unico e da studiare”.

Articolo precedenteChiariello: “Mentre i giovani talenti venivano strapagati, Giuntoli prese un talentino francese”
Articolo successivoCesarano: “Inter-Napoli? Ho un unico dubbio. Sulle critiche a Spalletti…”