Lotta scudetto, chi è la vera avversaria del Napoli?

La Serie A si è interrotta alla quindicesima giornata per lasciare spazio al Mondiale in Qatar: per la prima volta nella storia la più importante rassegna calcistica internazionale si gioca d’inverno in un paese del Medio Oriente. Un evento che ha richiesto un’immensa macchina di lavori dal budget superiore ai 200 miliardi di dollari. La massima serie italiana è pronta a tornare in campo il prossimo 4 gennaio per la sedicesima giornata sulle trentotto totali da dover disputare.

Al ritorno sui campi nostrani, troveremo il Napoli saldamente in vetta alla classifica, posizione che ricopre quasi ininterrottamente da inizio stagioni. In pochi avrebbero pronosticato un rendimento simile per la formazione di Spalletti, reduce dell’addio di numerosi big quali Insigne, Mertens, Koulibaly e Ruiz. Non sono mancati i sostituiti, tra cui spicca il georgiano Kvaratskhelia ma anche Simeone e Raspadori: innesti che fin da subito si sono riscoperti perfettamente complementari tra loro e al gioco proposto dal tecnico toscano. La sinergia creata è perfetta e lo dimostrano le prestazioni sul campo, tali da giustificare i favori del pronostico in relazione alle quote sullo scudetto del 2023. 13 vittorie e 2 pareggi sono il bottino della prima parte di campionato, condite da ben 37 reti messe a segno e 12 subite. I partenopei guidano la vetta della classifica a quota 41 punti, a 8 punti di distanza dalla prima inseguitrice, il Milan di Pioli.

La formazione rossonera non ha stravolto il gruppo dopo la vittoria dello scudetto nella scorsa stagione, sono anzi in programma i contatti tra l’agente di Leao e Maldini e Massara per andare a rinnovare il contratto in scadenza della stella portoghese, definitivamente esploso nell’annata precedente. Secondo i principali siti di pronostici, i rossoneri sono indubbiamente tra le concrete rivali dei partenopei per la corsa al titolo, anche se la formazione di Tonali e compagni potrebbe risultare ancora troppo giovane per mettere a segno una doppietta e conquistare così lo scudetto per due anni consecutivi.

In terza posizione di classifica si trova la Juventus, reduce da una rimonta da sottolineare nelle ultime giornate di campionato risalendo quattro posizioni in classifica: probabilmente la sosta Mondiale ha penalizzato in maniera più evidente di altri la compagine bianconera, che aveva trovato il proprio equilibrio in termini di prestazioni e risultati. Da sottolineare inoltre i rientri definitivi di Pogba e Chiesa, in programma proprio a gennaio, e ci si augura prestazioni al di sopra rispetto a quanto dimostrato fino ad ora dei nuovi acquisti, Paredes e Di Maria. La compagine bianconera potrebbe perciò essere la vera concorrente del Napoli per la lotta al titolo, a patto che le vicende societarie, con le dimissioni dell’intero corpo dirigenziale, non abbiano ripercussioni all’interno del settore sportivo della squadra. La formazione di Allegri ha fino ad ora conquistato 31 punti e si trova a -10 lunghezze dalla vetta. In quarta posizione si trova la Lazio e al quinto posto troviamo l’Inter, entrambe a quota 30 punti. Le due formazioni hanno faticato più del previsto nelle prime giornate, in particolar modo la compagine nerazzurra, che ha visto la difesa commettere errori da matita rossa in modo sistematico. La critica era rivolta a tutto il reparto, Handanovic incluso, che infatti è stato superato da Onana nelle gerarchie del tecnico Inzaghi.

Articolo precedenteRepubblica – Contatti tra ADL e Giuntoli per parlare di rinnovi, le ultime
Articolo successivoTuttosport – Se Giuntoli dovesse andare via, si valutano anche ipotesi interne. Le ultime