Alberti: “ADL ha trattato Maradona: ecco cosa disse il presidente”

NAPLES, ITALY - SEPTEMBER 2015, Aurelio De Laurentiis, Facebook

L’ex manager di Diego Armando Maradona, José Alberti, è intervenuto a Radio Marte per parlare di Napoli e Argentina.

Ecco le sue parole: “Tutti, a Napoli, tifano Argentina, in questo Mondiale. Se vado al supermercato, tutti mi dicono: ‘Forza Argentina!’ oppure ‘Forza Diego!’, o al massimo ‘Forza Messi!’… Come terminerà la Finale del Mondiale tra Argentina e Francia, domenica pomeriggio? Vincerà l’Argentina. Quanto? 3-1, con tre gol di Leo Messi, di cui uno su rigore. L’Argentina morde molto di più e può schierare anche Paulo Dybala ed Angel Di Maria a partita in corso. Hanno giocato poco, è vero, ma questo è il momento di usarli: potranno spaccare la gara, anche solo in dieci minuti”.

Quale calciatore di questa Argentina porterei in Italia? Julian Alvarez lo avevo segnalato ad una squadra inglese: il Leeds United lo stava comprando per 20 milioni. Tre anni fa ne volevo parlare col Napoli, ma purtroppo questa dirigenza ha fatto male a Maradona e quindi non abbiamo un grande rapporto. Non l’hanno trattato bene… Il presidente lo ha trattato male… Maradona voleva tornare a Napoli da tanti anni, Aurelio De Laurentiis disse di essere disposto ad ospitarlo a casa sua, di volergli offrire al massimo un caffè o la visione di una partita gratis, ma le porte del club sarebbero state chiuse per Diego”.

Ha concluso così: “Enzo Fernández sta dimostrando di essere un centrocampista molto forte? Gli argentini, in Europa, devono sempre adeguarsi per circa un anno: è una questione di alimentazione, di abitudini… La stessa preparazione fisica è diversa, dalle nostre parti”.

Articolo precedenteSsc Napoli – Raspadori, Simeone, Juan Jesus e Politano protagonisti del nuovo spot Amazon
Articolo successivoFifa, l’annuncio di Infantino: “Dal 2025 Mondiale per club a 32 squadre”