Iezzo: “Meret è un leader silenzioso. Nelle sue prestazioni c’è anche lo zampino di Sirigu”

Gennaro Iezzo, ex portiere del Napoli, è intervenuto nel corso della trasmissione Si Gonfia La Rete, in onda su Radio Crc.

Meret? Solo chi ha fatto lo stesso ruolo ed ha vestito la maglia del Napoli riesce a capire lo stato d’animo del portiere del Napoli. Non ci sono mai state da parte di nessuno perplessità sul valore di questo ragazzo che oggi sente la fiducia dell’allenatore, dei compagni e della gente. L’acquisto di Sirigu? Penso che sia stato importante, il Napoli è riuscito a comprare un giocatore di grande valore. Per Meret avere alle spalle un portiere esperto che pronto a darti consigli è una cosa importante. Sulle prestazioni positive di Meret c’è anche lo zampino di Sirigu. La sosta per i Mondiali? Quando ricomincerà il campionato capiremo se questa sosta avrà fatto bene al Napoli o no. L’unica cosa è che per tutte le squadre sarà importante riattaccare la spina che non è sempre facile. Il Napoli ha un allenatore molto esperto che potrà far capire ai propri giocatori di dover ripartire forte. Nel ritiro si lavorerà già sull’aspetto mentale secondo me. Il problema di Meret non è stato nulla negli anni scorsi, ma il non giocare con continuità. Forse con gli acquisti di Kim, Ostigard e gli altri e con l’addio di tanti senatori, forse si sente anche lui un po’ un leader anche se silenzioso. Molto spesso vediamo portieri che parlano tanto per parlare, ma le parole vanno dette nel momento giusto e Meret la parola giusta al momento giusto la dice. Il Napoli? Non riesco a capire perché dovrebbe ripartire sbagliando tutto e le altre no. Il problema è che in questo momento la squadra da battere è il Napoli, non vedo il perché dovrebbe ripartire male e le altre diventino Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco. Juventus e Inter devono sperare nei singoli, fanno fatica a vincere le partite. L’unica cosa che si deve fare è che si deve essere tranquilli e sereni anche dopo qualche sconfitta perché non si può vincere sempre. Dopo il pareggio contro il Lecce è ripartito subito il Napoli, questo fa capire che questa squadra riesce a mettersi alle spalle anche qualche momento negativo. Deve ragionare nei cinque mesi che verranno, perché i problemi li avranno anche le altre. Il Napoli oggi ha tutto e non vedo perché dovremmo preoccuparci”.

Articolo precedenteFOTO – Elmas è già carico per la seconda parte di stagione. Lo scatto con la maglia del Napoli
Articolo successivoMazzocchi operato ai legamenti: tempi di recupero molto lunghi