Vettosi duro: “Koulibaly è andato via perché voleva bene al Napoli quanto ne vuole al Chelsea”

L’esperto di economia Fabrizio Vettosi ha parlato a ‘Marte Sport Live – Forza Napoli sempre, o no?’ in onda su Radio Marte. Nel suo intervento ha toccato un tasto dolente per molti tifosi azzurri, cioè la partenza di Koulibaly destinazione Chelsea.

Ecco le sue parole: “Perché un difensore come Kalidou Koulibaly, capitano della sua Nazionale, il Senegal, e con alle spalle tanti anni di esperienza in Serie A, un campionato molto tattico e nel quale si era imposto come uno dei migliori interpreti del ruolo, ha accettato di andare al Chelsea a fare panchina? Evidentemente, Koulibaly non voleva più bene al Napoli di quanto non ne voglia ora al Chelsea”.

“Non è un qualcosa che riguarda Aurelio De Laurentiis. Ci dobbiamo abituare, purtroppo, al fatto che i giocatori possano andare via: sono lavoratori dipendenti, al punto che sono tenuti, per contratto, a comunicare l’orario a cui arrivano la mattina per fare allenamento. Le motivazioni sono state varie. Ora, Kalidou si sente gratificato e stimolato in un campionato diverso. Gli va bene persino la panchina, pur di disputare la Premier League”.

Kim Min-Jae, al contrario, è assetato e volenteroso di affermarsi:  ha una motivazione molto più alta. Koulibaly è alla fine della sua escalation. Le motivazioni, in qualunque lavoro, contano tanto”.

Articolo precedenteGalderisi: “Il Napoli è l’unica italiana continua. Raspadori? È un calciatore molto intelligente”
Articolo successivoAgresti: “Il Napoli è la squadra più bella d’Europa. Non è un miracolo, ma un esempio di valorizzazione dei giocatori”