Chiariello: “Bug nel sistema, è una giornata epocale”

Il giornalista napoletano Umberto Chiariello ha parlato della situazione arbitri in Serie A durante la trasmissione Un calcio alla radio.

Di seguito le sue parole: “È una giornata che può definirsi epocale: cos’è accaduto? L’AIA con un comunicato ha certificato l’esistenza di un bug nel sistema. In questo caso, non è stato dato un gol che probabilmente lo era a causa del bug. Si è certificata una cosa: il fuorigioco del VAR è fallibile. Le camere predisposte per le riprese vanno da 12 a 18, a seconda della partita, ognuna con una funzione: l’arbitro al VAR a sua disposizione ha la camera larga, la 16 metri, la retro porta e quella bassa”.

In un caso di specie come quello di Candreva, dove l’uomo resta vicino al calcio d’angolo e non si muove da lì, esce fuori da ogni inquadratura e quindi tra le camere a disposizione alla VAR quell’uomo scompare, lo vede solo il guardalinee. Stiamo scoprendo che, se c’è un uomo nella posizione di Candreva, non lo scopriremo mai a meno che non entra in gioco una camera aggiunta dopo, quella tattica, che non riguarda le riprese della partita”.

Ma messa in tribuna a campo largo che prende da bandierina a bandierina per le squadre di casa che la usano per riguardare la tattica della partita, ma non viene messa a disposizione della sala VAR. C’è grande imbarazzo al momento, ma tutte le ricostruzioni viste per cui Candreva tiene o non tiene in gioco Bonucci sono delle bufale”.

Articolo precedenteUFFICIALE – Rangers-Napoli, i convocati di Spalletti: out Osimhen, Demme e Lozano
Articolo successivoEsposito: “L’alleato di Iervolino è Aurelio De Laurentiis”