Social – Juan Jesus racconta la storia di un ragazzo che ha accompagnato il padre in spalla nella foresta amazzonica per fare il vaccino

Tramite i suoi canali social, Juan Jesus ha raccontato una commovente storia. Un ragazzo, nel nord del Brasile, ha accompagnato il padre a farsi il vaccino lungo la foresta amazzonica:

“Questa foto che ho visto nei giorni scorsi è meravigliosa. Mi ha commosso e fatto riflettere. Nel nord del Brasile un ragazzo di nome Tawy Zoé ha portato il padre in spalla per 6 ore nella foresta amazzonica per accompagnarlo a fare il vaccino. Ho letto che la foto di Erik Jennings è di gennaio 2021 (se in futuro apparissero elementi diversi ovviamente cambierebbe il soggetto della mia riflessione ma non il contenuto). Ammiro Tawy e più in generale chi si prende cura della propria famiglia con forza, coraggio, altruismo e capacità di sacrificio. Allargando il discorso, ammiro chi è consapevole che la propria libertà finisca dove comincia quella del prossimo. Ammiro chi si vaccina per rispetto di sé e degli altri. Capisco i dubbi per il futuro e le domande che tutti vogliamo porre su questo maledetto virus. Ma penso anche che la scienza, i medici e gli studiosi abbiano più strumenti di chiunque per valutare. Per questo ritengo giusto vaccinarsi e straordinario quel che ha fatto Tawy. Anche per rispetto di chi avrebbe voluto farlo e non ce l’ha fatta. Per loro e per i loro famigliari che hanno sofferto, io penso di avere il dovere di fare il massimo per me stesso e per la collettività. Su questo mondo viviamo tutti insieme. Per questo caro Tawy, e cari voi che accompagnate genitori e nonni attraverso l’Amazzonia o le strade della vostra città, voglio dirvi grazie. Sulle vostre spalle state portando tutti noi!”.

Articolo precedenteCoronavirus – Il bollettino nazionale del 15 gennaio della Protezione Civile
Articolo successivoSalvione: ” E’ il preferito del presidente, rinnovo del contratto in arrivo”