Crosetti: “Se Mertens fosse entrato prima magari si parlerebbe di un altro risultato”

Maurizio Crosetti, giornalista de La Repubblica, è intervenuto nel corso della trasmissione Si Gonfia La Rete, in onda su Radio Marte.

“Non voglio pensare che il Napoli non sia consapevole della propria audacia. Forse è stato troppo sicuro o semplicemente è mancata energia, continuando in quel modo probabilmente non si sarebbe fatto raggiungere o superare. Il Napoli poteva almeno pareggiare, nel finale ci sono stati episodi non fortunati. Questa flessione non c’è stata nel lungo periodo, forse per la forza della disperazione. Certo, l’assenza di Osimhen è molto grave. Può essere un brutto colpo anche psicologico: sapere di perdere l’uomo più importante là davanti è un limite. Anche se ogni volta che vedo Mertens mi chiedo come faccia a non essere ancora titolare. Non voglio dire cose che non conosco ma i campioni son campioni. Il gol era una punizione in corsa, dinamica. Poi ha fallito la conclusione al volo magari anche per la posizione”.

“Perché Mertens non è entrato prima? La stessa domanda che mi sono posto anche io. Se sei sotto 3 gol a 1 magari lo azzardi, butti dentro un po’ prima e magari parleremmo di un altro risultato. Ma il Napoli non è lì per caso, anche se deve rimanerci. Anche il Milan è in flessione, questa domenica ha detto bene solo all’Inter. Alla Juve comunque continuo a dire attenzione, l’organico e l’abitudine a quei livelli ci sono, Allegri non si è rimbambito, magari è più spelacchiato ma non ha perso sapienza tecnica e calcistica. La Juventus la riavremo piuttosto vicina alle prime in primavera”.

Maradona? C’è uno spazio del cuore di ognuno di noi in cui abita sempre”.

Articolo precedenteBagni a Radio Marte: “Siamo ancora primi, ci stanno gli incidenti di percorso”
Articolo successivoSky – Osimhen è stato dimesso dall’ospedale Niguarda: la situazione