Spalletti a Dazn: “Insigne e Osimhen? Vi dico le loro condizioni. Vogliamo restituire ai tifosi quel che ci danno”

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha commentato la vittoria contro la Salernitana ai microfoni di Dazn. Queste le sue dichiarazioni:

Insigne ha un affaticamento muscolare, c’è il rischio che si possa infortunare. 35-40 minuti probabilmente erano troppi per lui. In 15 minuti si rischia di meno e può arrivare il suo contributo. Ho evitato di inserirlo nel finale per evitare rischi. Osimhen lo abbiamo tenuto nascosto nella speranza di un miglioramento che non c’è stato. Ieri Insigne sentiva questo fastidio e lo avvertiva ancora stamattina. Gli ho chiesto come stesse e mi ha detto che in caso di necessità sarebbe entrato per aiutare, anche a costo di farsi male. Nel primo tempo abbiamo scelto Mertens, che mancava da tanto. Sapevamo di doverlo cambiare. Poi Petagna ci ha dato una grossa mano sia in fase offensiva che difensiva. Grosso modo è andata così. Se avessimo gestito la palla meglio la Salernitana non avrebbe avuto questo ritorno di fiamma. La Salernitana ha fatto una grande partita ma si sapeva, lo avevamo detto prima della partita. I giocatori hanno tirato fuori qualcosa in più e hanno vinto, si riconoscono meno per qualità adesso dopo questa gara. Sono orgoglioso di essere stato accettato in un gruppo così meraviglioso fatto di gente seria, che forse va sostenuto caratterialmente. In alcuni mancano convinzione e carattere, ma vogliono il bene del pubblico e della società. Ad aspettarci c’erano migliaia di tifosi, sono cose importanti perché vogliamo restituire loro quel che ci danno. A fine gara ho esultato con mio figlio Samuele, arrivato da Milano. Il rosso a Koulibaly è al limite, ma Fabbri ha deciso così ed è giusto che lo abbia fatto. Coppa d’Africa? Staremo a vedere. Oggi abbiamo fatto il Napoli, la squadra si è vestita in maniera corretta. Dobbiamo riempire questa maglia quando la indossiamo. I ragazzi sono stati perfetti. Serve sempre l’episodio che mostri il valore della rosa. Anche chi ha giocato meno ha dimostrato di essere un titolare e di aver portato a casa punti importantissimi”

Articolo precedenteRoma-Milan, le formazioni ufficiali
Articolo successivoPetagna: “Siamo contenti dei tre punti. Vorrei giocare in coppia con Osimhen”