Di Marzio: “Rrahmani sorpresa, punto su Mertens”

Ai microfoni di “Radio Goal”, Gianni Di Marzio ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo le ambizioni azzurre e i paladini del Napoli: “Il Napoli si conferma come squadra da Scudetto, in questo momento ci sono davanti le squadre che fanno un calcio migliore. L’Inter? Merita di essere considerata una favorita. Quanti punti farà tra Roma e Inter il Milan? Il Napoli potrebbe approfittarne ma a volte le partite che sembrano facili possono generare delle imboscate o delle trappole. Anche domenica a Salerno per me è un’imboscata, il Napoli deve giocare come se fosse una partita di Champions League. Chiaramente sono meglio queste partite qui che non incontrare il Milan o l’Inter, però secondo me ogni partita fa storia sé. In questo momento il Napoli è in forma sotto molti aspetti e tanti giocatori mi hanno meravigliato, specialmente Rrahmani.

Io punto su Mertens, lo vedo gioioso, entusiasta e sereno, lui è una sicurezza. Al momento Osimhen è incontrollabile, carica tutta la squadra ed è un trascinatore, fa un doppio lavoro perché tiene la difesa avversaria in apprensione, fa gol, ha imparato a palleggiare. Anguissa può fare anche di più? Per me questo è il rendimento, magari farà qualche golletto in più. L’importante è che abbia dato equilibrio al centrocampo del Napoli. Non è un discorso sul piano individuale ma di gruppo. Il Napoli sa stare in campo, ogni giocatore sa quello che deve fare. Mi dispiace per Zielinski che deve ancora recuperare ma oggi Elmas corre in mezzo al campo ed spregiudicato.

Anguissa come Romano? Può essere lo stesso ma con caratteristiche diverse. Romano era più un regista, alla Pjanic. Anguissa invece ha bisogno di avere un altro vicino che sia un regista, così rendono entrambi di più. Ecco perché con Fabian Ruiz riesce a rendere bene. Mario Rui? Giocatore istintivo e tutti gli istintivi non hanno continuità di rendimento”.

Articolo precedenteIl Punto sul Campionato – Milano chiama, Napoli risponde. Juve, c’è qualcosa da rivedere. Ripartono le romane. Tutti i temi della decima giornata
Articolo successivoL’Argentina ricorda Maradona. L’iniziativa dell’Afa per il giorno del suo compleanno