Gravina: “La FIGC voterà contro i Mondiali ogni due anni. Sulla Superlega…”

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato a Radio Deejay del momento attuale del calcio, soffermandosi soprattutto sul tema dei Mondiali ogni due anni. Queste le sue dichiarazioni:

“Abbiamo chiesto al governo gli strumenti per attivare un nuovo piano industriale per il calcio italiano. Procuratori? Si tratta di una professione importante e delicata, visto che ci sono a volte calciatori che vanno in scadenza di contratto volontariamente o meno per dare vantaggi agli intermediari. Ci sono dati allarmanti su questo tema che va anche al di fuori del mondo del calcio. Intanto stiamo lavorando al principio di stabilità e sostenibilità, abbiamo in mente di presentare idee innovative per risolvere determinati problemi”.

Sui Mondiali “C’è bisogno di essere più cauti a livello internazionale, oggi si ricercano nuove competizioni senza tener conto degli equilibri dei campionati nazionali. Il problema è che ci sono rapporti conflittuali tra le confederazioni come UEFA e FIFA, che del resto gestisce gli interessi delle varie confederazioni ed è normale che ci siano idee contrastanti. Il 22 ci sarà un comitato esecutivo UEFA, noi appoggeremo il ‘no’ ai Mondiali ogni due anni“.

Sulla Superlega “E’ sicuramente ammissibile ma bisogna capire se è compatibile con gli altri campionati. Non si possono giocare contemporaneamente due campionati europei oppure una competizione totalmente nuova senza arrivare ad un compromesso, sebbene credo che trovarne uno sia al momento pericoloso perchè si parla di interessi nazionali e internazionali. Siamo in un momento di crisi e non possiamo permetterci certi errori”.

Articolo precedenteCoronavirus – Il bollettino nazionale del 18 settembre della Protezione Civile
Articolo successivoUdinese TV, Surza: “Nessun problema per Stryger Larsen: ci sarà contro il Napoli”