FOCUS – Alla scoperta di Davide Marfella

Qualcuno se lo ricorderà Davide Marfella, forse qualche affezionatissimo alla Primavera del Napoli che il martedì e il mercoledì pomeriggio guardava la Youth League e scrutava questi giovani ragazzi, già molto promettenti, scendere in campo e dare battaglia contro i migliori giovani di tutt’Europa. Un colpo di mercato che in realtà è soltanto un bentornato a casa, ebbene si perchè negli ultimi anni questo giovane portiere è stato lontano da Napoli, per giocare a Bari. Ma conosciamolo meglio insieme:

La carriera

Nato e cresciuto a Pozzuoli il 15 settembre 1999, Davide Marfella si forma da portiere appena adolescente nella Puteolana, squadra che milita nelle serie minori del calcio italiano. Grazie però al club della sua città riesce a farsi notare dal Napoli, che giovanissimo lo accoglie in Primavera. Dal 2016 veste l’azzurro, e subito dimostra il suo talento fra i pali. Con la Primavera partenopea gioca sia in campionato, ben 13 partite, e in Youth League; mettendo in mostra tutto il suo potenziale nella stagione 2016/17. Così il Napoli decide che per lui il tempo dei campionati giovanili è finito, e d’accordo con il giovanissimo Davide lo cede in prestito alla Vis Pesaro, in Serie D. A fine anno il bottino è più che ricco, 34 presenze, 22 reti subite e 16 clean sheet, niente male per un giovane esordiente.

Il Napoli così al termine della stagione 2017/18 lo richiama per la preparazione estiva, intanto sulla panchina del Napoli c’è Ancelotti e non più Sarri, e Davide fa tutta la preparazione con il tecnico di Certaldo. La dirigenza però sa che per Davide sarebbe meglio andare via in prestito, considerando che al momento i portieri del Napoli erano Ospina, Meret e Karnezis. Così la ‘succursale partenopea’, ovvero il Bari, lo accoglie rendendolo parte della rinascita del club. Con i bianco rossi milita per 2 stagioni, la prima in Serie D dove totalizza 39 presenze e subisce 29 reti; la seconda in Serie C solo 4 presenze, con 2 reti subite. Quest’estate Davide è pronto, fa la prima parte del ritiro con il Bari ed è pronto per una nuova stagione, ma improvvisamente arriva la chiamata del Napoli. Contini è andato al Crotone per fare il titolare, e Spalletti chiede un terzo portiere. Quale migliore occasione per Davide di tornare a casa.

Le caratteristiche

Portiere classe ’99 è alto 1,82 cm; si forma a Pozzuoli come portiere e lì forgia le sue principali caratteristiche, poi esplose con il Napoli prima e con il Bari poi. Portiere imponente e sicuro sa guidare la difesa, bravo soprattutto con le mani ma molto duttile e bravo con i piedi dotato di una buona visione di gioco.

Articolo precedenteIl Mattino: il futuro del Napoli è nelle mani di Meret
Articolo successivoIl Mattino: Osimhen è pronto a sfidare gli altri bomber per la classifica cannonieri