Di Napoli: “Se riusciranno a fare gruppo e seguire il mister, sono sicuro che il Napoli esprimerà un gran calcio”

fonte: social arturo di napoli

Ai microfoni de “Il Sogno nel Cuore” su 1 Station Radio è intervenuto l’ex calciatore del Napoli, Arturo Di Napoli.

Sul proprio futuro da allenatore: “Da calciatore ho girato l’Italia da Nord a Sud, ora aspetto una chiamata da allenatore per un progetto importante. Il calcio di oggi è cambiato, bisogna avere pazienza ed aspettare il momento giusto.”

Sulla prima di campionato del Napoli : “Al primo turno incontrerà il Venezia, una neopromossa, arrivata in maniera sorprendente in Serie A vincendo i playoff. È una partita sicuramente alla portata degli azzurri, ma non bisogna perdere la concentrazione, perché perdere punti in queste sfide può incidere pesantemente. Il Venezia è tornato in Serie A dopo tanti anni, avrà entusiasmo e voglia di far bene. Le squadre piccole sicuramente non avranno giocatori impegnati con le Nazionali, quindi avranno avuto tutto il tempo per ricaricare le batterie per la prossima stagione.”

Sul nuovo Napoli di Spalletti e sul calciomercato azzurro: “De Laurentiis ha dichiarato che dovrà prima vendere per risanare il bilancio. Fabian ha sicuramente deluso ad Euro 2020, ma il suo valore resta immutato. Koulibaly è sicuramente uno dei più forti in circolazione nel suo ruolo, ma se il Napoli vuole competere a livelli importanti deve ripartire da questi due calciatori più Insigne, il quale ha mostrato tutte le sue qualità anche agli Europei. Spalletti ha a disposizione un organico importante e adatti alla sua idea di calcio. Sono convinto che sia un calciatore a fare grande un allenatore. Se i giocatori azzurri si rendono conto del loro potenziale, con Luciano potranno fare cose importanti. Se riusciranno a fare gruppo e seguire il mister, sono sicuro che il Napoli esprimerà un gran calcio.”

Ha rilasciato dichiarazioni anche riguardo al nuovo tecnico dell’Inter , Simone Inzaghi, su Sarri e sulla Salernitana: Simone Inzaghi? Lui ha il compito più complicato, ripetere ciò che ha fatto Conte. Ha svolto un ottimo lavoro con Lazio, portandola a lottare sempre al vertice del campionato italiano. Troverò calciatori che combaciano con le sue idee. Non stravolgerà le linee di gioco viste la scorsa stagione, cosa che non accadrà con la Lazio. Sarri ha un’idea di calcio totalmente diversa dall’ex allenatore biancoceleste. Salernitana? Sarà un campionato complicato per loro, in quanto è partita in ritardo in Serie A per tutti i problemi societari che conosciamo. Per le realtà con dei budget ristretti, bisogna muoversi con largo anticipo sul mercato per acquistare giovani di prospettiva”.

Articolo precedenteRadio KKN – Entourage di Insigne a Castel Volturno ma non per il rinnovo di Lorenzo: le ultime
Articolo successivoDe Luca in videochiamata con Insigne: “Capitano, invita i giovani a vaccinarsi”