TMW – Legale Lazio sul caso tamponi: “Il protocollo va rivisto, crediamo di aver ragione! A Napoli e altre è andata diversamente…”

Rischio di severa penalizzazione scongiurato per la Lazio, che a sentire le parole del legale che segue la vicenda tamponi in casa bianco-celeste, Gian Michele Gentile, può tirare un sospiro di sollievo: “A livello sportivo è andata molto bene, abbiamo evitato guai pesanti”, commenta l’avvocato. Secondo quanto riporta il portale tuttomercatoweb.com, la Procura Federale aveva inizialmente chiesto almeno 6 punti di penalizzazione per le presunte violazioni del protocollo anti-Covid, ma alla fine il collegio ha deciso per sette mesi di inibizione a Claudio Lotito, dodici ai medici sociali Rodia e Pulcini, e 150 mila euro di multa alla società.

Il club sembra intenzionato a fare ricorso, ferma sulle proprie posizioni di inadeguatezza del protocollo: “Portiamo avanti la nostra tesi perché riteniamo di avere ragione. Il Torino si è costituito, vuole il 3-0 a tavolino, andremo a fondo perché questo tema non riguarda solo la Lazio, ma l’intero ordinamento sportivo, tutto il campionato. Si dice che deve fare tutto il pubblico ma poi vengono bloccate Napoli, Torino e Inter. E se non deve fare il privato non funziona più niente. I protocolli vanno rivisti, questo senz’altro”.

Articolo precedenteAllegri, l’agente: “Vedrei bene Max in due squadre in Italia, ma ho un timore…”
Articolo successivoGdS – Lozano ha superato l’infortunio, una partita in particolare gli permetterà di recuperare in fretta la condizione