Repubblica, Corbo: “Lobotka sordo, Napoli…galante. Osimhen, dove sei?”

Antonio Corbo, giornalista sportivo.

Tagliente e preciso come al solito, l’editorialista di ‘La Repubblica’, Antonio Corbo, analizza con il cinismo ed il sarcasmo di pochi la brutta gara di ieri sera:

Più che nove giocatori fuori uso, a tratti sembra che il Napoli abbia lasciato in Italia testa e cuore. Non ragiona e non ha voglia di combattere. Torbido e demotivato consegna subito due doni, come suggerisce il galateo a chi arriva da lontano in casa d’altri. Troppi infortuni e troppo volte la squadra si assenta nel primo tempo quest’anno. Due gol insopportabili in due minuti, ne sono passati solo ventuno quando il Granada è già sul 2-0. Nel silenzio dello stadio andaluso, si sente Gattuso che come una nenia dei più tristi riti pagani insiste con Lobotka, perché lo slovacco schierato regista alzi la testa e guardi avanti. Lobotka è il solo a non essere raggiunto né convinto né turbato dai lamenti del suo allenatore, continua a passare dietro”.

“Tardivo il risveglio di Osimhen, che si agita molto ma conclude poco, non incide, alimentando milioni di dubbi. Quasi quanti ne costò in estate. Tra una settimana si chiudono i conti, ma occorre ben altro Napoli. Non può fermarsi a Granada”.