L’ex De Canio: “Infortuni sono fisiologici, Gattuso non ha colpe. Stasera a denti stretti, che gara mi aspetto?”

Esprime il proprio parere a Radio Kiss Kiss Napoli anche Gigi De Canio, storico allenatore italiano che ha allenato la rosa azzurra nella stagione 2002/2003:

“Si parla di rose molto ampie proprio per situazioni estreme come quelle che sta vivendo il Napoli. Purtroppo o per fortuna, la quotidianità dei propri calciatori la vede solo l’allenatore che deve vedere non solo la condizione fisica, ma anche quella mentale”.

“Quando si giocano troppe partite il consumo energetico è notevole, a prescindere dalla preparazione più o meno intensa. E’ un problema che adesso stanno avendo un pò tutti, non solo Gattuso ovviamente”.

“Purtroppo il tecnico azzurro, oltre a dover fare i conti con il logorio dovuto dalla vicinanza delle gare, deve anche fronteggiare gli eventuali infortuni di gioco”.

“Io penso che molto rilevante sia anche il Covid, cosa a noi allenatori del tutto sconosciuta. Ci sono calciatori che accusano molto sia fisicamente che psicologicamente l’aver contratto il virus, mentre altri che riescono subito a riscattarsi e riprendersi”.

“Stasera penso che il Napoli debba limitarsi a difendere e ripartire: i suoi giocatori più fantasiosi sono stanchi oppure sono indisponibili. Non sarà una di quelle gare che brilleranno per il bel gioco azzurro che, al momento, Gattuso non può permettersi per ovvi motivi”.