Maradona, svolta clamorosa nelle indagini sulla sua morte!

Leopoldo Luque, medico di Diego Armando Maradona prima del suo decesso, è finito nei guai. Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, sembra che il dottore avrebbe falsificato la firma di Maradona che appare in una richiesta di cartelle cliniche a suo nome inviata alla Clinica Olivos in data 1 settembre 2020. Quel documento, insieme ad altre due firme simili a quella di Maradona, sono stati ritrovati nella casa di Luque.

Tale risultato è già nelle mani dei pm di San Isidro. Questo particolare sarebbe importantissimo, perché come riferisce il Clarín, un quotidiano argentino, il documento ritrovato sarebbe l’originale di uno inviato digitalmente alla clinica. Tale passaggio costituisce un vero e proprio reato per “uso di documento privato adulterato le cui conseguenze ricadranno direttamente su Luque”

Questa novità nelle indagini potrebbe portare ad una svolta clamorosa.