Pirlo: “Vincere da allenatore è ancora più bello che da giocatore”

L’allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ha commentato il match vinto dalla sua Juventus contro il Napoli in finale di Supercoppa ai microfoni della RAI:

Alzare il primo trofeo da allenatore è ancora più bello che da giocatore perchè sei al comando di una squadra storica come questa, è una sensazione diversa. Difficile vedere finali in cui le due squadre giocano bene, abbiamo tirato fuori l’orgoglio e sono contento. Mi dispiace per Gattuso, ma ormai facciamo parte di due squadre diverse. Volevamo dimostrare che non siamo quelli visti contro l’Inter e ci voleva questo tipo di partita, determinati e decisi. Cuadrado è stato asintomatico fortunatamente ed è riuscito ad allenarsi a casa. Ha giocato molto bene e bisogna fargli i complimenti perchè non è facile giocare così dopo 15 giorni che non vedi il campo. Arthur si è dovuto ambientare, poi ha subito una brutta botta contro l’Atalanta, ha giocato bene, sta tornando in forma e sta dimostrando il suo valore perchè è un giocatore che ci teniamo stretto. Stiamo cercando di portare avanti questo tipo di gioco, ma è anche difficile mandare in campo gli stessi giocatori a causa di infortuni e del Covid. Il gruppo mi segue e la prestazione di stasera smentisce tutte le critiche che avevamo subito contro l’Inter. Mandzukic? Può servire al Milan, è un ottimo acquisto. Sono abituato agli alti e bassi e le critiche non mi toccano. Penso a lavorare tutti i giorni con una società ed una squadra che mi seguono in tutto e per tutto. Sono sereno e tranquillo e penserò ad andare avanti così“.