Maifredi: “Il Napoli non guardi la Juve di ieri. Prendere Pirlo è stato un azzardo”

Durante ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Gigi Maifredi, ex allenatore della Juventus. Le sue parole:

“Durante la Supercoppa del ’90 eravamo stati noi a regalare tanti gol. Inter-Juve? In un campionato esistono partite che vanno oltre la scienza esatta, ieri la Juve non è stata la Juve. Il Napoli però non guardi quella partita: ieri la Juve ha preso due gol che non prendi nemmeno in terza categoria”.

Cristiano Ronaldo va dove vuole, i due esterni dei 4 di centrocampo dovrebbero essere due ali. Se fossi Pirlo schiererei tutta la vita Kulusevski. Giocando a 4, devi avere due mezzeali e io metterei McKennie e Ramsey, completando con Chiesa. Il punto debole della Juventus è la difesa. Vidal è alto 1.75, è incredibile come abbia segnato di testa in un’area dove ci sono Bonucci e Chiellini. Frabotta su Hakimi è stato un suicidio, meglio farlo marcare da Danilo”.

“È stato un azzardo mettere Pirlo sulla panchina della Juventus. Credo che dirigenza bianconera sperava di prendere Guardiola con il City penalizzato. Stiamo andando verso un calcio che non aspetta, che non ti fa sperimentare. È già successo con Sarri. Allegri è un risultatista incredibile, è un modello”.

Articolo precedenteCagliari-Milan, le formazioni ufficiali dell’ultimo match della diciottesima giornata
Articolo successivoSaccone: “Supercoppa 2014 importante per Napoli e Benitez! Mertens in campo? Vi spiego”