2020 – I TRE AVVENIMENTI NEGATIVI PER NAPOLI E PER IL NAPOLI – Al terzo posto

Il 2020 volge al termine. Un anno caratterizzato da diversi alti e bassi per il Napoli. Assieme ripercorreremo i 3 momenti più brutti che hanno segnato la stagione degli azzurri. Al terzo posto troviamo l’esonero di Ancelotti.

Era il 23 maggio del 2018, quando Aurelio De Laurentiis ufficializzò l’arrivo sulla panchina azzurra di Carlo Ancelotti. La missione del nuovo allenatore del Napoli non era semplice. Doveva, infatti, superare quanto di buono fatto da Sarri nella stagione precedente. La prima stagione termina con un secondo posto in campionato ed un’uscita ai quarti di Europa League contro l’Arsenal.

La stagione 2019-2020 rappresenta il secondo momento dell’esperienza di Ancelotti. Se in Europa la formazione partenopea riesce a dire la sua, in campionato la storia è differente. Nelle prime sei giornate di campionato arrivano due sconfitte, che gettano le prime ombre sul cammino della squadra partenopea. Si susseguono diversi ritiri.

A rendere il clima ancora più teso è il rapporto non semplice con il capitano Lorenzo Insigne, il quale viene messo in tribuna nel match in trasferta contro il Genk. Ma è dopo la gara con il Salisburgo che la situazione precipita. I calciatori del Napoli, che sarebbero dovuti tornare in ritiro a Castel Volturno, decidono con un clamoroso ammutinamento di non salire sul pullman. Ammutinamento guidato proprio da Insigne.

Nelle successive tre gare di campionato il Napoli totalizza soli 2 punti. È il 10 dicembre 2019, lo stesso giorno del 4 a 0 casalingo sul Genk, la data che sancisce la fine dell’avventura azzurra di Ancelotti. 

Collegatevi alle ore 18 di giovedì 31 dicembre per scoprire il secondo evento più bello della stagione azzurra.

Articolo precedenteBUTTO IL VECCHIO, PRENDO IL NUOVO – IL CONFRONTO: Petagna vs Llorente
Articolo successivoLE RIVELAZIONI DEL 2020 – Al terzo posto troviamo…