Lo Bello, ex arbitro: “Insigne da condannare, ma il gesto del quarto uomo non è stato corretto”

Rosario Lo Bello, ex arbitro, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte, nel corso della trasmissione Marte Sport Live:

“L’arbitro ovviamente rappresenta un’istituzione in campo e mandarlo a quel paese davanti a tutti non è bello. Probabilmente Maradona non l’avrebbe fatto: ricordate la foto in cui lui si rivolgeva a me con le mani dietro la schiena, questo è un fuoriclasse. Comunque dipende molto dalle situazioni. Il quarto uomo Penna a fine della partita si è sottratto al saluto di Insigne e neanche questo è stato bello”.

“Ricordo le mie chiacchierate con Bagni. Ho acquisito esperienza anche giocando a pallanuoto: da capitano ero responsabile della condotta mia ma soprattutto di tutti i miei compagni. Insigne è un giocatore della nazionale, è un patrimonio di tutto il calcio italiano e quindi deve essere un esempio per tutto un movimento.

Articolo precedenteCoronavirus in Campania, i dati regionali del 17 dicembre: il bollettino
Articolo successivoCoronavirus in Italia, il bollettino di oggi 17 dicembre