L’ex Napoli Cavani accusato di razzismo: colpa di una storia su Instagram

MANCHESTER, ENGLAND - OCTOBER 24: Edinson Cavani of Manchester United during the Premier League match between Manchester United and Chelsea at Old Trafford on October 24, 2020 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Oli Scarff - Pool/Getty Images)

Edinson Cavani, ex attaccante del Napoli, è stato accusato di razzismo. Al giocatore uruguaiano potrebbe costare cara quella storia su Instagram in cui ha usato un termine che in Inghilterra è ritenuto razzista.

La FA ha accusato l’attaccante di aver violato la Regola E3, sostenendo che il suo post era “offensivo e/o improprio. Si afferma inoltre che il commento costituisce una violazione aggravata, che è definita nella regola FA E3.2, in quanto includeva riferimenti, espliciti o impliciti, al colore e/o alla razza e/o all’origine etnica”.

“El Matador” ha tempo fino al 4 gennaio per rispondere a queste accuse, anche se si è già scusato tramite un comunicato ufficiale.